Politica, Lele Mora si candiderà a Milano con un movimento: “Libertà e onestà”

ROMA – Lele Mora, l’ex manager dei vip uno dei pionieri del mondo della televisione si racconta a un noto settimanale, appare in una veste nuova, diremo che è completamente cambiato. Almeno questo è quello riferisce  in un’intervista al settimanale ‘Oggi’, al quale fa due rivelazioni. La prima è che adesso è un uomo libero, dopo che la data del suo fine pena è stata anticipata di 90 giorni, dal 7 giugno al 9 marzo.

La seconda è che il prossimo maggio, in occasione del suo compleanno, Mora presenterà il suo movimento politico. «Il 31 maggio, giorno del mio 62esimo compleanno, annuncerò a Milano la mia discesa in campo in politica con un movimento, Libertà e onestà, attento al sociale e alla giustizia: sarà costituito da giovani, io ne sarò solo l’animatore», ha dichiarato.

Mora, che in passato non ha mai nascosto la sua ammirazione per l’epoca fascista e per la figura di Mussolini, oggi sembra innamorato della figura di Papa Francesco. L’ex agente ha raccontato anche di uno strano fenomeno che, a suo dire, si verificava durante il periodo passato in carcere.

«In cella a Opera avevo un’immagine della Regina della Pace, che ogni mattina trovavo bagnata. L’ho poi sempre portata con me, e lo straordinario fenomeno ha continuato a ripetersi, giorno dopo giorno. ‘È la Madonna che piange per te’, mi diceva don Antonio Loi, il cappellano del carcere», ha detto. Come dire il percorso di reclusione dell’ex manager ha cambiato il suo stile di vita, da laico a religioso pronto a fare qualcosa per gli altri.

In bocca a lupo Lele Mora, c’è sempre una seconda opportunità per tutti.