Home Territorio Per gli Avellinesi a Natale “Circenses sine panem”

Per gli Avellinesi a Natale “Circenses sine panem”

Dal prossimo 15 dicembre il terminal dei bus verra’ spostato da piazza kennedy allo stadio ed il mercato bisettimanale a campo Genova, mentre il centro raccolta Rae si trasferisce all’ ex deposito di Irpiniambiemte, che trovasi a ridosso del piazzale stadio. Ma questi spostamenti varranno solo per il periodo delle festivita’natalizie, cioe’ dal 15 dicembre al 6 gennaio 2020.

Cio’ consentira’l’installazione presso piazza Kennedy dell’ASI Winter Village che comprendera’ la pista di pattinaggio su ghiaccio, di cui usufruira’ la popolazione avellinese e che attirera’ un cospicuo numero di visitatori dalla provincia. A nulla sono valse le proteste degli ambulanti che bisettimanalmente svolgono da tempo immemore il loro esercizio commerciale nell’antistadio, spazio ideale per la presenza di adeguata area di parcheggio. Ma in maniera piu’ che decisa e solerte il Sindaco ha emesso l’ordinanza a favore dell’attivita’ ludica del Natale, ed infastidito dalle proteste degli ambulanti ha chiosato dicendo testualmente “se non si accetta questa soluzione il mercato non si fa”. Stando ai toni sembra che egli abbia preferito l’aspetto ludico a quello produttivo dell’attivita’ commerciale nonche’ al disagio e al disorientamento dei viaggiatori per l’allontanamento improvviso del capolinea degli autobus.

Che una soluzione piu’ idonea per il trasporto pubblico vada trovata e’ risaputo, per liberare la zona centrale di piazza Kennedy dallo smog, ma ci ha sorpreso la solerzia e l’imperativo del Sindaco in merito alla questione. Gradiremmo lo stesso attivismo anche per altri problemi, ad esempio lo sblocco degli ostacoli che impediscono l’entrata in funzione della vera autostazione, ultimata da circa 15 anni e mai inaugurata. Siamo consapevoli che la responsabilita’dei ritardi va spalmata sui vari amministratori, sia comunali che della societa’ di trasporto, si sono avvicendati nei tre lustri precedenti, ma un po’ di pressione per accelerare l’iter di procedure ferme da anni non guasterebbe.

Le urgenze della citta’ sono tante, e gli obbrobri pure, come lo stato pietoso del manto stradale di Carducci, tanto per dirne una, arteria centrale che collega appunto piazza Kennedy con via Piave e via Tuoro; la suddetta via presenta buche ad avvallamenti da fuoristrada. Ebbene, non so se la popolazione avrebbe preferito destinare fondi per il rifacimento di strade e marciapiedi ridotti all’osso, oppure l’installazione della pista di pattinaggio su ghiaccio per le feste natalizie? I centomila euro di spesa per il Winter fest, di cui tra l’altro il Comune non dispone direttamente non essendo stata perfezionata ancora la procedura di predissesto, a quanto pare sono stati destinati ai Circenses piu’ che al Panem…