Home Politica Pecchia: Il centro destra deve rifondarsi puntando sulle donne e sui giovani

Pecchia: Il centro destra deve rifondarsi puntando sulle donne e sui giovani

Politica – Ieri si è svolto ad Avellino l’incontro dell’associazione “Primavera Irpinia”, associazione molto vicino agli esponenti irpini Sabino Morano e Ettore De Concilis. L’iniziativa di ieri è stata promossa per analizzare il voto amministrativo nei comuni irpini e nazionali, molti i giovani che hanno preso parola, tra cui Antonella Pecchia giovanissima militante del centro destra campano.

“Secondo il mio pensiero, viste anche le vittorie avvenute per il centro destra in quelle che sono le città più piccole, escludendo la bella partita avvenuta a Milano condotta da due grandi candidati, il modo giusto per ricostruire è partire dal contatto con il territorio. La gente ha bisogno della presenza di persone che si hanno un “potere ” ma che siano in grado nello stesso momento di ascoltare e farsi portavoce di quelli che sono i loro bisogni, oggi che la figura del nostro leader si è indebolita per causa di forza maggiore, bisogna capire se esiste ancora nel paese quella maggioranza di voti  proiettata verso l’aria liberale”- è quanto affermato ieri dalla giovane studentessa di Avella e   militante azzurra Antonella Pecchia, la quale nella seconda parte del suo intervento ha rimarcato l’importanza della presenza femminile sul piano politico ed istituzionale.

“Analizzando inoltre quella che è la norma della cosiddetta “quota rosa”, secondo me, come ratio è giusta, in quanto la donna ha vissuto da sempre un atteggiamento da parte dell’elettore medio di esclusione a favore del sesso maschile. Ma tale norma rischia di condurci alle necessità della quota blu. Aldilà comunque di un discorso di colori rosa/blu, il mio vuole essere un discorso di qualità. Avendo analizzato le situazione elettorali, ovunque o quasi ho assistito a un prevalere di donne su uomini, solo per il favore dato dalla legge, e non per le proprie doti personali, che troppo spesso, non esistono purtroppo”- secondo quando detto e affermato da Antonella Pecchia, la quale ha lanciato un monito ai giovani per impegnarsi nel mondo della politica e delle istituzioni pubbliche e private.

“Mentre per quanto riguarda la partecipazione dei giovani alla vita politica ci sarebbe tanto da di dire e tanto su cui riflettere Anche da questo punto di vista, ho constatato che in Italia, ci sono stati tantissimi giovani candidati nelle liste, a dispetto del solito slogan che da sempre echeggia nella politica classica. I giovani hanno capito che bisogna metterci la faccia, le energie e le competenze. Noi giovani non dobbiamo aspettare che ci venga dato chissà cosa. Noi giovani dobbiamo mettercela tutta per dimostrare quanto valiamo, e prenderci ciò che vogliamo”- ha concluso Antonella Pecchia.