Pd, Roberto Speranza si candida alla segreteria. ”Sarà come Davide contro Golia”

Roberto Speranza si è candidato alla segreteria del Partito Democratico. Il dubbio vero però e’ il periodo nel quale si terrà il congresso. Teoricamente, da statuto, si sarebbe dovuto tenere a fine Novembre del 2017. La politica però non ha mai tempi certi e, soprattutto in seguito agli ultimi avvenimenti, si potrebbe tornare a congresso già ad inizio della Primavera prossima. Speranza ha parlato della sua candidatura oggi a Roma, durante l’incontro “L’Italia prima di tutto. Un Nuovo Pd per ricostruire il centrosinistra“. In realtà non ha mai detto in modo chiaro e diretto “mi candido a segretario”, ma usando molte metafore ha fatto comunque capire che è la sua intenzione. Ha poi detto, con chiaro riferimento all’attuale segretario Matteo Renzi: «Non deve essere un uomo solo al comando che pensa di risolvere tutto da solo, ma deve ricostruire un collettivo e mettersi al servizio della ritessitura del centrosinistra». Speranza e’ anche stato capogruppo alla Camera del Partito Democratico dimessosi in seguito a ulteriori modifiche dell’Italicum, legge elettorale poi approvata successivamente ed entrata in vigore dal 1 Luglio 2016. Già nel 2013 fu il coordinatore della campagna elettorale di Bersani per le primarie, a cui è sempre stato politicamente molto vicino. Proprio come Bersani, anche Speranza prima del referendum costituzionale del 4 dicembre aveva chiaramente asserito che avrebbe votato “No”, in opposizione al partito con dubbi proprio in merito al combinato disposto della legge elettorale Italicum. Speranza ha anche detto di voler partire per un viaggio attraverso l’Italia e, con riferimento alla sua sfida contro Renzi, l’ha definita «Davide contro Golia». In quel caso però a vincere contro il gigante Golia, fu il piccolo Davide. Vedremo se la storia si ripeterà ancora una volta.