Home Territorio Nova Montoro, sfiducia Giovanni Gaeta? colpe dell’amministrazione Comunale

Nova Montoro, sfiducia Giovanni Gaeta? colpe dell’amministrazione Comunale

La mozione di sfiducia richiesta dal Consiglio Direttivo del Forum dei Giovani della Città di Montoro nei confronti del Presidente in carica non è un’azione di poco conto. Essa è solo il frutto dell’inadeguatezza dell’Amministrazione Comunale nella gestione della fase costitutiva del Forum dei Giovani di Montoro e nella delicata fase che ha preceduto la stesura del documento. Lo stesso Sindaco ha dichiarato che “la richiesta di sfiducia nei confronti del Presidente del Forum dei Giovani è solo l’epilogo triste e non edificante di una situazione difficile che si registrava da tempo tra diversi giovani del Forum”.

Inoltre, da tempo alcuni giovani montoresi hanno denunciato sui social network una poca chiara gestione della fase costitutiva del Forum che ha portato all’elezione del Presidente Gaeta, già candidato nelle ultime amministrative nelle liste dell’attuale sindaco di Montoro.

Nessuna dichiarazione pubblica da parte dell’amministrazione comunale in merito a tali dubbi e alle necessità rappresentate dai Consiglieri del Direttivo del Forum prima che si consumasse lo strappo definitivo.

Nei primi otto mesi, come denunciato dai componenti del Direttivo, il forum è stato condotto in maniera personalistica. Non è la prima volta che a Montoro si arriva ad una scelta così drastica. Ancora una volta il Presidente, incapace di creare condivisione, unione ed aggregazione tra giovani, ha preferito farsi sfiduciare anziché fare un semplice “passo indietro” nei confronti di quella che era l’idea comune, da lui stesso sposata, del neonato forum.

Pertanto, auspichiamo che l’attività del Forum riprenda secondo i canoni per i quali è fondata e che l’Amministrazione Comunale abbia uno sguardo vigile sull’accaduto e sia particolarmente attenta alle nuove ed inevitabili fasi ricostitutive dello strumento di aggregazione giovanile per antonomasia, ispirandosi sempre a quei principi di democrazia e condivisione che, non solo caratterizzano il regolare svolgimento delle attività, ma in cui i giovani montoresi hanno dimostrato di credere, dando prova di grande maturità.

Il Presidente

Carmine Citro