Morgan ex Bluvertigo condannato per oltraggio ad Ufficiale

L’episodio è avvenuto a Monza nel 2011: l’ex frontman dei Bluvertigo fu denunciato per aver rivolto frasi ingiuriose contro gli agenti. Ora la sentenza: il cantante dovrà anche risarcire 4mila euro. Il cantante Morgan, alias Marco Castoldi, è stato condannato a tre mesi di reclusione con sospensione della pena, per oltraggio a pubblico ufficiale. Il musicista, 42 anni, era stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver ingiuriato due agenti di polizia mentre arrestavano sotto casa sua un sudamericano di 32 anni. L’episodio risale a quattro anni fa. Per i due agenti il Tribunale ha stabilito il pagamento da parte dell’artista di un risarcimento di 2.000 euro a testa. Condanna per oltraggio a pubblico ufficiale per Morgan, all’anagrafe Marco Castoldi. I fatti risalgono a fine novembre del 2011. Quella sera due poliziotti in borghese, del commissariato di Monza, sotto casa sua fermarono un uruguaiano con due grammi di cocaina in tasca. Quando l’uomo era stato fermato, Morgan era uscito di casa inveendo contro i due agenti. “Avete finito di fare casino a casa mia? Questa via è mia, ho comprato tutto qua”, avrebbe detto l’ex frontman dei Bluvertigo aggiungendo anche ingiurie. Da qui la denuncia dei due agenti di polizia. Per quell’episodio, il cantante è stato ora condannato dal giudice Federica Centonze a tre mesi di reclusione (con pena sospesa) e al risarcimento di 2mila euro ciascuno agli agenti che aveva insultato. Sempre per quella vicenda, Morgan era stato rinviato a giudizio con l’accusa di favoreggiamento.