Home Territorio Montoro solidale, la Città consegna i fondi raccolti a Telethon

Montoro solidale, la Città consegna i fondi raccolti a Telethon

Grazie alle tante associazioni presenti sul territorio, anche quest’anno la città di Montoro ha manifestato il tangibile sostegno alla ricerca che Telethon effettua sulle malattie genetiche rare. L’entusiasmo e la sensibilità della popolazione, per le prossime iniziative, ha avuto il pieno sostegno anche dell’Amministrazione Comunale che ha messo in campo tutti i mezzi per coinvolgere le varie istituzioni che lavorano sul territorio. Dopo aver sostenuto la raccolta fondi promossa a Montoro dalle associazioni :  “il  Castello”, “Il sorriso di Borgo” e “Le sei torri”  sono stati consegnati i fondi raccolti, che ammontano a 2645,00€. Presenti alla consegna il coordinatore Telethon Agostino Annunziata, i rappresentanti associativi e gran parte dell’Amministrazione Comunale, capeggiata dal Sindaco di Montoro, Mario Bianchino, dal Vicesindaco Elena De Piano, con la presenza degli assessori Gennaro Ricciardelli e Raffaele Guariniello e del Consigliere Tina Cipolletta.

telethon2


La prima Telethon (contrazione di television marathon) nacque nel 1966 negli Stati Uniti d’America su iniziativa dell’attore Jerry Lewis con il fine di raccogliere fondi per la ricerca sulla Distrofia muscolare. Nel corso degli anni il termine è diventato di uso generale e si riferisce ad una qualsiasi trasmissione televisiva della durata di ore, o persino di giorni, mirata alla raccolta di donazioni. La trasmissione, di cui esistono analoghi in molti paesi europei, si compone di stacchi di varietà, cantanti, musicisti, attori comici e altri artisti e ospiti inframmezzati da richieste di donazioni e approfondimenti giornalistici. Il telethon di maggior successo al mondo, per quanto riguarda i fondi raccolti, è la trasmissione di 25 ore nell’Australia occidentale diretta da Seven Perth a favore dell’ospedale Princess Margaret Children di Perth.

Telethon è stata creata in Italia nel 1990 da Susanna Agnelli in collaborazione con l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm) per finanziare e promuovere ricerca scientifica sulle malattie genetiche, malattie rare. Con i fondi raccolti, grazie alla omonima maratona televisiva in onda sulle reti Rai, alle iniziative di raccolta, alla rete dei partner e alla rete dei volontari sul territorio, la Fondazione Telethon ha scoperto la cura della ADA-SCID, malattia che costringeva i bambini che ne erano affetti a vivere dentro una bolla sterile (da qui il termine “bambini bolla”). Insignita dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è attualmente presieduta da Luca Cordero di Montezemolo.

La Fondazione Telethon è un’organizzazione senza scopo di lucro riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Compito della Fondazione è quello di gestire e promuovere le iniziative di raccolta fondi, gestire i fondi raccolti per destinarli ad attività di ricerca interna (presso gli istituti fondati da Telethon) ed esterna (presso laboratori che ospitano i ricercatori che ricevono una borsa). In particolare, gli istituti fondati e gestiti direttamente da Telethon sono:

  • L’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica (TIGET) con sede a Milano e diretto da Luigi Naldini;
  • L’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) con sede a Pozzuoli (Napoli) e diretto da Andrea Ballabio;
  • L’Istituto Telethon Dulbecco, un istituto virtuale intitolato al premio Nobel per la Medicina Renato Dulbecco.

PUBBLICITÀ