Home Territorio Montoro, continuano gli sversamenti nella Solofrana (FOTO – VIDEO)

Montoro, continuano gli sversamenti nella Solofrana (FOTO – VIDEO)

La Marcia su Solofra di domenica 29 Novembre si avvicina. Intanto però si continua a sversare abusivamente nella Solofrana, che attraversa tra le tante città anche quella di Montoro. Con il ritorno del maltempo il torrente è diventato ancora una volta luogo di “accoglienza” per le acque schiumose della Solofrana. Con un odore, naturalmente tremendo in tutta la zona. Il torrente, va ricordato, attraversa il territorio di Chiusa e in seguito tocca la frazione Torchiati, quella di San Pietro, quella di Piano fino a Mercato San Severino ed agli altri Comuni del della Valle dell’Irno e del Salernitano. Domenica quasi 20 sindaci parteciperanno alla marcia, ma il primo cittadino di Solofra, Michele Vignola, non ci sarà!

Stamane in conferenza stampa il primo cittadino della città conciaria ha confermato la sua decisione dichiarando: “A questa iniziativa ho ritenuto di non aderire, Solofra non parteciperà alla Marcia del 29 novembre. Si tratta di una manifestazione nata contro la nostra città quindi non partecipo a questa manifestazione della quale non ne condivido i contenuti. Nonostante essa abbia subìto delle modifiche in itinere (in seguito ad un confronto avuto con il responsabile dell’organizzazione della marcia) come il cambio del nome (da marcia su Solofra a marcia contro l’inquinamento), che questa è solo la prima di una serie di manifestazioni che interesseranno anche altri comuni, e che non è un’iniziativa contro la nostra Città, ma contro quei pochi imprenditori che sversano abusivamente e che danneggiano l’immagine di tutto il comparto industriale di Solofra, tutto ciò non risulta sufficiente a farmi cambiare idea perché ritengo che lo spirito di questo evento continui ad essere contro la nostra realtà territoriale. Che ha ancora qualche problema dal punto di vista ambientale, ma che ha saputo affrontare e risolvere in gran parte”.

Questa era la situazione stamane: le immagini (di Gerardo Scafuro) e il video, parlano chiaro. BASTA INQUINAMENTO!

 

PUBBLICITÀ