Home Cultura De Chirico a Ferrara – Metafisica e avanguardie fino al 28 febbraio

De Chirico a Ferrara – Metafisica e avanguardie fino al 28 febbraio

74 opere dei maggiori artisti del primo Novecento

Dalì e De Chirico

La mostra si tiene presso il Palazzo dei Diamanti, sito in Corso Ercole I d’Este, 21 a Ferrara.
L’evento culturale è realizzato in occasione del centenario dell’arrivo di de Chirico nella città estense.
Propone 74 opere di Giorgio de Chirico, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Filippo de Pisis, Mario Sironi, Ardengo Soffici, Man Ray, Raoul Hausmann, René Magritte, Salvador Dalí, Oskar Schlemmer, Max Erns, George Grosz, Amédée Ozenfant, Charles-Edouard Jeanneret (Le Corbusier), Alexander Kanoldt.
Con un percorso espositivo che conduce il visitatore in un affascinante viaggio tra pittura metafisica, surrealismo, dadaismo e Nuova oggettività.
La mostra propone opere che comprendono oli sui tela e su tavola, tempere, disegni, acquarelli, tecniche miste, collage, multipli, etc.
Le opere provengono da collezioni private italiane ed internazionali, oltre che dai seguenti musei: Museum of Modern Art (Osaka Giappone), Museum of Modern Art (New York, USA), Metropolitan Museum of Art (New York, USA), National Gallery of Art (Washington, USA), Philadelphia Museum of Art (Filadelfia, USA)Staatsgalerie (Stoccarda, Germania), Galeire Boisserée (Colonia, Germania) Tate (Londra, UK), Museo Thyssen-Bornemisza (Madrid, Spagna), Galerie Eva Mey (Parigi, Francia), Boijmans Van Beuningen Museum (Rotterdam, Olanda), Kunstmuseum (Berna, Svizzera), Musée d’Ixelles (Bruxelles, Belgio), Musée national d’art moderne – Centre de création industrielle Pompidou (Parigi, Francia), Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma), Pinacoteca di Brera (Milano), Museo del Novecento (Milano), Musei Civici (Vicenza), Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea (Torino), MART (Rovereto, TN).

La mostra è curata da Paolo Baldacci e e da Gerd Roos, essa è organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte, dalla Staatsgalerie Stuttgart e dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara, con la collaborazione con l’Archivio dell’Arte Metafisica di Milano/Berlino.

Stefano Orga