Home Salute Padova, Mandibola artificiale impiantata con successo: prima volta in Italia

Padova, Mandibola artificiale impiantata con successo: prima volta in Italia

Mandibola artificiale – Ancora una volta la medicina Italiana protagonista assoluta con eccellenti risultati.Per la prima volta nel nostro paese, a Padova, è stato eseguito un trapianto artificiale di mandibola, il volto di un paziente italiano di circa 60 anni affetto da osteonecrosi è stato ricostruito con un impianto mandibolare artificiale in lega di titanio. La protesi artificiale è stata creata su misura ed ha sostituito gran parte della mandibola strutturale del volto, includendo parte del condilo e del mento, senza le quali l’essere umano non potrebbe muovere la mandibola, quindi masticare ,deglutire o parlare.

La protesi è nata da una collaborazione medico-scientifica, tra ricercatori padovani ed ingegneri di un’azienda Italiana che si occupa di sviluppare dispositivi medici. Il risultato è straordinario, una fedelissima riproduzione della mandibola.

La mandibola è stata creata in lega di Titanio, resistente e duratura. Si aprono nuove frontiere sulla personalizzazione degli impianti.

L’intervento è durato circa 5 ore, la mandibola dal peso circa 30 grammi, costruita in titanio è stata integrata perfettamente con le fasce muscolari e i nervi.

E’ stata una rinascita per il paziente, dalla comparsa del problema ad oggi aveva una qualità di vita molto scarsa e una vita sociale praticamente azzerata. Grazie a questa tecnica, che non prevede nessun rigetto, considerato che non è un organo reale, il paziente ha ottenuto un recupero immediato.

Il paziente, fanno sapere i medici, ora può masticare, parlare, respirare e deglutire normalmente e non ha più dolori. L’intervento migliora il supporto del labbro inferiore, la simmetria finale della parte inferiore del viso e la competenza delle labbra. La protesi dura una decina d’anni e all’ospedale, non al malato, costa circa 3.500 euro. «I nuovi modelli hanno dimostrato anche una buona resistenza alla chemioterapia»

La mandibola è un osso dello splancnocranio, impari e mediano.

Il termine negli uccelli si riferisce ad entrambe le sezioni, superiore ed inferiore, che costituiscono il becco; in questo caso la mandibola inferiore corrisponde alla mandibola dell’uomo, mentre la mandibola superiore è funzionalmente equivalente alla mascella, ma consiste prevalentemente delle ossa premascellari. Al contrario, nei pesci ossei, è detta mascella inferiore. Il processo alveolare inferiore della mandibola ospita l’arcata dentaria inferiore ed è chiamato anche arco mandibolare.

La chirurgia maxillo-facciale o, adeguandosi a quella che è la denominazione prevalente in Europa, Chirurgia Orale & Maxillofacciale, è una disciplina medica e chirurgica specializzata nella diagnosi e cura delle malattie che colpiscono la bocca, mascella, mandibola, viso e collo. È spesso vista come il ponte tra medicina e odontoiatria, trattando di condizioni che richiedono competenze di entrambe le discipline, come, per fare alcuni esempi, tumori della testa e del collo, le malattie delle ghiandole salivari, malformazioni o sproporzioni facciali, dolore facciale, disturbi dell’articolazione della mandibola, denti inclusi, cisti e tumori della mandibola, disturbi estetici, funzionali e traumatici di testa e collo, oltre a numerosi problemi che interessano la mucosa orale, come le ulcere della bocca, infezioni, ecc.