L’implosione del NCD ed il voto regionale

adv

NCD – La conclusione della vicenda quirinalizia pone all’ordine del giorno una questione delicatissima, come quella relativa alle alleanze in vista delle prossime elezioni, che si celebreranno nel mese di maggio. In particolare, la posizione del NCD appare, quanto mai, problematica: infatti, il terremoto, che si è scatenato in quella formazione all’indomani del voto per Mattarella, mette in discussione non solo la tenuta della maggioranza parlamentare, ma soprattutto evidenzia quesiti rilevanti in merito alle scadenze primaverili.

Alfano si trova a dover chiarire, innanzitutto, ai suoi stessi elettori quale sia la collocazione all’interno degli schieramenti, che siamo soliti conoscere.Soprattutto, in Liguria ed in Campania, appare ancora poco chiara quale sia la dinamica delle alleanze.
Nella regione settentrionale, infatti, gli uomini del Ministro degli Interni hanno sostenuto, nelle primarie del PD, la candidatura dell’antagonista di Cofferati, Raffaella Paita, di fatto creando le premesse per un mutamento – in rebus – delle coalizioni tradizionali.Nella regione meridionale, invece, i giochi sembrano ancora più indecifrabili, visto che il NCD è reduce da un periodo di cogestione con Caldoro, per cui, nel partito di Alfano, almeno due sono i progetti alternativi fra loro.
Da una parte, ci sono i dirigenti locali, intenzionati a rimanere per lo più legati al Centro-Destra, mentre molti referenti nazionali sono interessati a consumare la rottura definitiva con Berlusconi e ad entrare, in modo organico, nell’alleanza con il Centro-Sinistra, che deve tuttora celebrare le primarie per ufficializzare il nome del futuro candidato da contrapporre al Governatore uscente.
In tale contesto, appare non improbabile il fatto che una soluzione politica, elaborata a Roma, possa allontanare la prospettiva di una votazione popolare, fra iscritti e simpatizzanti, tesa a scegliere lo sfidante di Caldoro, favorendo – dunque – la creazione di un rapporto – ancora più saldo – fra il NCD ed il PD, talché il partito renziano si venga a configurare, viepiù, come una soggettività di natura neo-centrista.La problematica, afferente alle scelte per le varie regioni d’Italia, non è irrilevante rispetto al quadro istituzionale italiano: infatti, Renzi si gioca buona parte della credibilità, acquisita nella vicenda quirinalizia, nella partita primaverile, perché – in caso di ulteriore successo – verrebbe a consolidarsi un blocco politico, destinato a governare il Paese nel prossimo ventennio.Se, invece, la battaglia per la conquista delle Regioni dovesse concludersi con un improbabile insuccesso, certamente il Premier sarebbe costretto a rivedere, finanche, il quadro delle alleanze romane, perché i suoi detrattori – berlusconiani e minoranza ex-diessina del PD – ineluttabilmente porterebbero il conto al coraggioso Presidente del Consiglio, che – a quel punto – non potrebbe più continuare a giocare su più tavoli, così come finora ha fatto assai maliziosamente.
Siamo, invero, curiosi di verificare come Renzi saprà superare il test del prossimo mese di maggio, anche perché, a distanza di un anno, ormai i suoi amici e gli avversari hanno imparato a conoscerne la scaltrezza ed il cinismo, che possono essere delle virtù, solo se non sono, meramente, fini a se stessi.

Rosario Pesce

LEGGI ANCHE

Presentato a Vallo della Lucania il Coordinamento CISL FP per gli Assistenti sociali e Piani di Zona

Si è tenuto oggi, congiuntamente alla segreteria provinciale CISL FP di Salerno il nuovo Coordinamento CISL FP per gli Assistenti Sociali nei Piani di...

Crollano gli elettori, disaffezione dalla politica o crisi della democrazia?

Si è chiuso il primo round delle elezioni amministrative ottobrine che per ora ha visto prevalere il centrosinistra in tre grandi città (Milano, Napoli...

Recovery Plan, struttura e strategia del Piano di Rilancio italiano

Approvato da circa un mese il Regolamento di Governance del Recovery Fund dal Parlamento Europeo, l’Italia sta approntando con scadenza fine aprile il proprio...

Ecco chi potrà votare per Camera e Senato dalle prossime elezioni politiche

Ieri sono scaduti i termini per richiedere l’indizione del referendum confermativo sulla legge che consentirà l’elezione dei senatori alla fascia 18-24 anni, fino ad...

Oltre i titoloni da giustizieri, Nino Savastano un uomo che ha speso una vita per il sociale

La notizia che emersa in queste ultime ore, che vede coinvolto in un processo giudiziario il consigliere regionale Nino Savastano, ha generato un sentimento...

Green pass anche per scuole e trasporti, tutte le novità

Green passCome paventato da giorni, il Governo delibera l’estensione del green pass per scuole, università e trasporti a lunga percorrenza. Con questa decisione l’esecutivo...

Un fitto scenario nell’autunno politico irpino e campano

La pausa estiva agostana servirà a incrementare il numero dei vaccinati onde raggiungere al più presto l’agognata immunità di gregge. Solo con il superamento...

Green Pass obbligatorio per Scuola e Pubblica Amministrazione. Se ne discute!

Dopo l’annuncio dell’obbligatorietà del Green Pass vaccinale dal prossimo 6 agosto per bar, ristoranti ed eventi da assembramento, il Governo sta studiando l’ipotesi di...

Sondaggi Politici, gli Italiani si fidano di Draghi. Lo vorrebbero al Quirinale

Dal sondaggio Demos svolto per Atlante Politico risulta che gli Italiani vorrebbero affidarsi al premier Draghi fino a fine legislatura, cioè da qui al...

Pubblica Amministrazione, in arrivo 25 mila assunzioni

E’ stato varato sotto la regia di Draghi e Brunetta il decreto per le assunzioni nella Pubblica Amministrazione. Saranno circa 25mila le unità che...

G7 2021 in Cornovaglia, decisioni su Cina, Vaccini e Clima

Si è concluso il vertice del G7 (Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Giappone e Canada) svoltosi a Carbis Bay, località costiera del...

Reddito di Cittadinanza, troppe falle e tanti furbetti.

Dopo la retata dei 35 illeciti percettori del Reddito di Cittadinanza ad opera della Guardia di Finanza di Avezzano, ne è seguita un’altra a...

Da Natale a Pasqua, la Resurrezione dal Covid non è ancora compiuta.

Il primo trimestre del 2021 è stato vissuto in Italia quasi interamente con restrizioni, non totali come un anno fa, ma con passaggi dalla...

Decreto-legge Covid, obbligo vaccinale per i sanitari

Arrivano lo scudo penale per i vaccinatori e l’obbligo vaccinale per i sanitari; queste sono le principali novità del nuovo decreto-legge “anti-Covid”, in vigore...

Nuovo decreto anti-Covid-19, addio alla zona gialla

Nel Cdm di oggi due sono i principali aspetti del nuovo decreto-legge anti-Covid-19. Il primo aspetto fondamentale è l’applicazione automatica della zona rossa per...