Home Italia & Esteri Isis nuovo video dell’uccisione di 28 cristiani etiopi

Isis nuovo video dell’uccisione di 28 cristiani etiopi

Isis, nuovo orrore: in un video il massacro di 28 cristiani etiopi rapiti in Libia. Nel filmato, colmo di minacce, anche le immagini di chiese distrutte e la foto del Papa emerito, Joseph Ratzinger. Miliziani dell’Isis hanno pubblicato in Rete un nuovo video in cui si mostra l’uccisione con colpi di pistola o decapitazione di 28 cristiani etiopi rapiti in Libia. Lo riferisce il Site, il sito americano di monitoraggio dell’estremismo islamico sul web. Il filmato presenta il logo ufficiale del media dell’Isis, al-Furqan, e dura 29 minuti. Nel filmato di 29 minuti, i terroristi spiegano che le esecuzioni sono state condotte da due movimenti affiliati al gruppo jihadista che si autodefiniscono Gruppo della provincia di Barka, nella Libia orientale, e Gruppo della provincia del Fezzan, area nel sud del Paese. Lo riferisce il Site, il sito americano di monitoraggio dell’estremismo islamico sul web. Nel video, che mostra il logo ufficiale del centro per i media al Furqan del Stato islamico, un combattente mascherato armato di pistola legge una lunga dichiarazione, dove spiega che i cristiani devono convertirsi all’Islam o pagare la «jizia», la tassa speciale prescritta dal Corano. Nel filmato si susseguono immagini dei gruppi di prigionieri durante la loro uccisione, con sfondi che vanno dalle spiagge della Libia nord orientale alle montagne del sud. Il video, di cui è ancora incerta l’autenticità, presenta caratteristiche di fattura molto simili a quello rilasciato in febbraio dove veniva mostrata l’uccisione di 21 cristiani copti egiziani.
“Diciamo ai cristiani che vi troveremo ovunque, anche se sarete protetti in roccaforti fortificate”: è una delle minacce contenute nel nuovo video dell’Isis in cui si vedono anche immagini di chiese e simboli cristiani distrutti e compare anche un foto di papa Ratzinger. Lo riferisce la direttrice del Site, Rita Katz, su Twitter.

PUBBLICITÀ