Home Territorio Irpinia, l’area vasta diventa realtà. Ratificato il protocollo d’intesa

    Irpinia, l’area vasta diventa realtà. Ratificato il protocollo d’intesa

    Area vasta Avellino – I sindaci di 33 Paesi irpini limitrofi al Capoluogo hanno firmato il protocollo d’intesa che, con la ratifica del Governatore De Luca, consentirà di accedere al Piano Strategico. Tale Piano sara’ lo strumento di programmazione dei progetti di sviluppo sociale, culturale, urbanistici ed economici del territorio. Si potra’  attingere a tal uopo ai Finanziamenti Europei 2014-2020 ma anche ai Fondi Statali e Regionali. In tal modo Avellino, comune capofila , potra’ usufruire delle risorse necessarie al completamento delle opere di riqualificazione urbana che, ahime’, portano con se gravi ritardi.L’Area Vasta comprende un comprensorio di 180mila abitanti ed e’ suddivisa in tre fasce: la prima comprende  il Capoluogo ed i paesi immediatamente limitrofi quali Mercogliano, Atripalda e Monteforte, gia’ rientranti nel Piano Territoriale Regionale dall’anno 2008; la seconda comprende i Comuni confinanti con Avellino, contigui tra loro e con comunanza di interessi (Prata P.U., Pratola Serra, Manocalzati, Capriglia, Grottolella, Montefredane), approvata dall’Ente Provincia lo scorso anno;  la terza fascia comprende una miriade di Comuni che allargano l’area in una comune strategia (Altavilla, Tufo, Summonte, Sant’Angelo a Scala, Pietrastornina dal versante nord e Parolise, Sorbo Serpico, Salza Irpina, S.Michele e S.Lucia di Serino, Candida per il versante est. E’ rimasto fuori il Comune di Solofra probabilmente per aver tergiversato. I settori di intervento che si prefigge il Piano Europa 2020 sono la crescita occupazionale, ricerca e sviluppo, le problematiche ambientali ed energetiche, l’innalzamento del livello di istruzione e di integrazione sociale e la riduzione della poverta’. Queste le linee guida cui si atterra’ l’Area Vasta, mentre nello specifico si puntera’ all’implementazione della Banda ultra-larga per potenziare i servizi internet a beneficio dell’utenza comune e delle reti aziendali; al potenziamento dei trasporti e della logistica con l’elettrificazione della linea ferroviaria Avellino-Salerno  ed il conseguente raccordo con l’Alta Velocita’; si puntera’ inoltre alla realizzazione di un’attivita’ di promozione del Polo Agroalimentare per l’affermazione dei prodotti tipici  locali e all’inserimento dei luoghi irpini nei circuiti turistici nazionali ed internazionali.

    adv