Home Economia & Lavoro Il ministero per il Patrimonio culturale seleziona 60 esperti

Il ministero per il Patrimonio culturale seleziona 60 esperti

Concorso e Selezioni – Il Mibact – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – seleziona 60 esperti per il Patrimonio Culturale. L’assunzione per la durata di 9 mesi,è stata indetta  per  fronteggiare le esigenze dell’evento, migliorare e potenziare degli interventi di tutela, vigilanza, ispezione e valorizzazione dei beni culturali in istituti e luoghi della cultura statali. I requisiti richiesti  diploma universitario, dottorato o specializzazione nell’ambito dei beni paesaggistici e culturali. Il concorso per titoli e esami prevede 60 posti per esperto dei beni culturali che abbia maturato almeno tre anni di esperienza nel settore della conservazione del patrimonio culturale. I candidati saranno destinati a una delle sedi in concorso suddivise per regione quali i poli museali, le biblioteche nazionali e statali, i musei, archivi di stato e sovrintendenza archeologica in relazione alle competenze in possesso di ogni candidato. Il ministro alle attività  culturali  Dario Franceschini sulla legge di stabilità commenta :“Grazie anche agli importanti miglioramenti introdotti nel corso del dibattito parlamentare, la cultura è diventata il cuore e l’anima della Legge di Stabilità 2016. Dopo gli anni dei tagli crescono le risorse per la cultura, con nuovi fondi per la tutela del patrimonio e i grandi progetti culturali: 180 milioni di € nel 2016, 200 milioni di € nel 2017, 195 milioni di € nel 2018 e nel 2019, 165 milioni di € dal 2020. Rispetto al 2015, il bilancio del Mibact aumenta del 27% nel 2016, superando i 2 miliardi di €. Inoltre la Legge di Stabilità contiene interventi straordinari e di grande portata per la cultura e il turismo. Si torna a investire e assumere e lo si fa con una misura che, in deroga alla normativa vigente, autorizza un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di 500 professionisti del patrimonio culturale. Una scelta di cui siamo orgogliosi e che conferma quanto il Governo Renzi abbia definitivamente invertito la tendenza e torni, dopo tanti anni, a credere nella cultura come motore dello sviluppo del Paese investendo su musei, biblioteche, archivi, cinema, spettacolo e valorizzando il ruolo che ogni singolo cittadino può dare alla tutela del patrimonio culturale” . L’avviso pubblico, per titoli e colloquio finale, è stato pubblicato sulla GU 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.98 del 22-12-2015 e il bando è consultabile qui: http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1450860876753_BANDO_ESPERTI.pdf