Home Attualità Il Circo Romina Orfei, da oltre un mese “bloccato” in provincia di...

    Il Circo Romina Orfei, da oltre un mese “bloccato” in provincia di Caserta. Gli animali hanno bisogno di cibo!

    Il Circo Romina Orfei, bloccato sul territorio del comune di San Nicola la Strada, causa il divieto di mobilità per il Covid 19, offrirà uno spettacolo circense il giorno di “Pasquetta” con diretta sulla pagina Facebook “Circo Romina Orfei”.

    Circo Romina Orfei

    La notizia è stata resa nota dal sindaco del paese Vito Marotta che, fin dal primo giorno di stop, è stato vicino al “Circo Romina Orfei” con i volontari della Protezione Civile e il personale della Polizia municipale. Hanno prestato aiuti, attenzione e risorse, insieme al sindaco di S. Nicola, il WWF di Caserta, la Lega Pro Animale e la sua omonima Fondazione, che hanno sede in Castel Volturno (CE), la Caritas delle parrocchie e tanti commercianti, privati cittadini ed aziende agricole, con cospicue donazioni anche di mangime per animali che non si fermeranno in questo periodo pasquale.

    Il sindaco ha voluto ricordare che anche la principessa Stefania di Monaco ha lanciato il suo appello ai governanti affinché aiutassero i circhi fermi a causa della pandemia; il sindaco Marotta ha aggiunto “che lo spettacolo sarà l’occasione per vedere all’opera il personale del circo e per apprezzarne maggiormente la bravura, la professionalità, la dedizione e l’amore verso il loro lavoro”.

    adv

    | SOSTIENI GLI ANIMALI DEL CIRCO CON UNA DONAZIONE

    E’ un dato di fatto che il Coronavirus-19 è ormai presente un po’ ovunque in Italia. Le norme restrittive imposte dal governo e puntualmente ribadite dalle regioni, che cercano di adattarle quanto più è possibile alle situazioni locali, sono oggetto di attenzione da parte dei cittadini che il più delle volte fanno del loro meglio per rispettarle. Non mancano le infrazioni che tuttavia vengono contestate e perseguite. C’è da aggiungere che non mancano difficoltà di ogni tipo per una scrupolosa attuazione di una complessa normativa che molto spesso finisce per limitare la sfera di libertà dei cittadini imponendo sacrifici e limitazioni.

    Il Covid-19, è il risultato della trasmissione da uomo a uomo. Ad oggi non ci sono prove che gli animali da compagnia possano diffondere il virus. Tuttavia è necessario sempre, e non solo per il timore del Covid19, che vengano adottate sempre le normali misure igieniche raccomandate da medici e veterinari per evitare la diffusione delle malattie. Di qui il fatto che il Ministero della Salute raccomanda costantemente il rispetto delle normali misure igieniche per evitare la diffusione delle malattie.

    E’ un dato di fatto che l’impatto del Covid-19 sul nostro assetto sociale è destinato a incidete sulla nostra economia, con serie conseguenze.I nostri concittadini stanno sperimentando ogni giorno, difficoltà, privazioni, sacrifici fisici ed economici; le famiglie sono in grave difficoltà; l’attesa di aiuto è legittima, moltissimi sono gli episodi e gli esempi di solidarietà come quelli citati in premessa. Il volontariato sta sempre più facendo la sua parte con le sue associazioni, “onlus”, con risposte singole e/o collettive agli appelliche vengono da ogni parte. C’è tanto da fare, ma io sono anzi voglio essere ottimista e credo che il nostro paese prima o poi ce la farà.

    adv

    SOSTIENI GLI ANIMALI DEL CIRCO CON UNA DONAZIONE