Home Salute Il Caffè non causa tumori, sfatato un mito lungo 25 anni

Il Caffè non causa tumori, sfatato un mito lungo 25 anni

Lungo, corto,ristretto, con lo zucchero, amaro, corretto, insomma nessuna bevanda al mondo potrà mai sostituire il caffè. L’oro nero è poesia, non solo è la bevanda più bevuta al mondo, ma racchiude attorno a se una filosofia di vita imprescindibile, il caffè è storia, è abitudine e socialità. Vietarcelo sarebbe come toglierci una parte di noi stessi!
Vero, per molti è un piacere eccessivamente abusato, ed è ovvio che qualsiasi abuso porta a danni più o meno seri, tuttavia la maggioranza lo beve con moderazione, sapere dunque che non provoca gravi patologie è una spada di Damocle tolta dalla testa di milioni di persone. Dunque enorme sospiro di sollievo per milioni di esseri umani amanti del caffè , secondo uno studio commissionato dalla OMS, l’oro nero non provoca nessun tipo di tumore, o meglio non esiste nessuna correlazione scientifica tra l’assunzione di caffeina ed il tumore alla vescica. Il dubbio era sorto molti anni fa, quando nel 1991 uno studio aveva ipotizzato che il caffè potesse essere cancerogeno, e se consumato in eccesso, avrebbe potuto causare il cancro alla vescica, per tali motivi venne classificato come alimento a rischio.

Fortunatamente la scienza si evolve, cosi come gli strumenti per migliorare o verificare studi precedenti, ed ecco che 25 anni dopo la tazzina di caffè è stata assolta da un team di 20 esperti internazionali, che hanno elaborato, studiato e attestato un parere dell IARC, l’agenzia dell’organizzazione mondiale della sanità, che si occupa proprio della ricerca sul cancro. Dopo il nuovo esame, il chicco più famoso del mondo è stato inserito nella categoria 3, la fascia dove vengono inseriti gli alimenti senza fattori di rischio, dunque sicuri.

 

Il momento buono

Secondo le ultime statistiche i momenti che gli italiani prediligono per concedersi un buon caffè sono alla mattina e dopo pranzo, e gli uomini consumano mediamente più caffè (1.7 tazzine al giorno) rispetto alle donne (“solo” 1.5) per un totale di 14 miliardi di tazzine all’anno. Quasi una persona su quattro beve quotidianamente almeno un caffè al bar, cosicché circa il 60% della spesa per questa bevanda è relativa proprio a quanto consumato nei locali pubblici. Infine, più dell’80% dei bevitori di caffè rimane al di sotto della soglia di tre tazzine al giorno.

-| il caffè non provoca tumori. Attenzione a bevande bollenti.

PUBBLICITÀ