Home Salute Il caffè non provoca disturbi cardiaci,la caffeina non fa male al cuore,...

Il caffè non provoca disturbi cardiaci,la caffeina non fa male al cuore, sfatato il mito

Il caffè e tutti i prodotti contenenti caffeina non fanno male al cuore, non cambia il suo ritmo

Il caffè fa bene? fa male? Un dilemma che è andato avanti per decenni, da sempre infatti alla caffeina viene associata una delle credenze più diffuse, ovvero il forte legame che ci sarebbe tra bevande quali caffè, cioccolato,tè, e possibili patologie cardiache, ad esempio come il battito accelerato. Uno studio americano, condotto dai ricercatori dell’Università della California a San Francisco (Usa), ha smentito categoricamente ogni forma di legame tra l’assunzione di caffeina ed eventuali problemi cardiaci : Il consumo regolare di caffeina non aumenta il rischio di battiti cardiaci irregolari o in eccesso, che possono essere causa di patologie cardiache anche mortali.

Lo studio

Lo studio, è stato condotto sui maggiori prodotti contenenti la caffeina, il tè, il cioccolato e soprattutto il caffè, in quanto risultano tra le bevande più consumate al mondo. La ricerca ha avuto la durata di 12 mesi , gli scienziati hanno analizzato circa 1.400 persone, selezionate in modo del tutto causale. Successivamente sono state prese in esame le abitudini alimentari di base dei soggetti ed è stato eseguito un monitoraggio elettrocardiografico ambulatoriale.

Si è dunque evidenziato come il 61% dei partecipanti consumasse più di un prodotto contenente caffeina durante la giornata, tuttavia non è stata riscontrata alcuna differenza nella frequenza di problemi legati ai battiti cardiaci confrontandoli con il restante 39% degli analizzati che invece ha avuto un consumo moderato degli stessi prodotti.

E’ il più grande studio fino a oggi ad aver messo in correlazione le abitudini alimentari con il tasso di questo disturbo cardiaco.

Dunque risulta evidente che, le linee guida ormai decennali vadano cambiate. Nonostante i ricercatori consigliano comunque un moderato uso di tali prodotti contenenti caffeina, allo stesso modo  evidenziano come tali prodotti possano portare dei benefici cardiovascolari.

 

“Le raccomandazioni cliniche contro il consumo regolare di prodotti contenenti caffeina per prevenire disturbi del ritmo cardiaco dovrebbero essere riconsiderate, dato che potremmo aver scoraggiato senza motivo il consumo di alimenti come il cioccolato, il caffè e il tè, che invece potrebbero avere benefici cardiovascolari”, ha sottolineato l’autore senior del lavoro, Gregory Marcus.

 

Cenni Caffeina

La 1,3,7-trimetilxantina, nome IUPAC 1,3,7-trimetil-1H-purin-2,6(3H,7H)-dione, meglio nota come caffeina, è un alcaloide naturale presente nelle piante di caffè, cacao, , cola, guaranà e mate e nelle bevande da esse ottenute. Viene a volte citata con i suoi sinonimi guaranina, teina e mateina, chimicamente identificabili nella stessa molecola.

La caffeina è presente in foglie, semi e frutti di queste e diverse piante, dove agisce come insetticida naturale, paralizzante(tetanizzante) o con effetto comunque tossico per insetti e altri artropodi che le mangiano.
Nell’uso umano viene più comunemente consumata come infuso da semi e foglie di caffè e tè, così come anche in molti alimentie bevande contenenti prodotti a base di noce di cola. La caffeina è anche componente di complessi chimici poco solubili, che si trovano nel seme di guaranà e nelle foglie di yerba mate e tè.