Home Scienza e Tech Anonymous contro il razzismo, svela lista di aderenti al Ku Klux Klan

Anonymous contro il razzismo, svela lista di aderenti al Ku Klux Klan

Il 5 novembre è stato il giorno della Million Mask March, una manifestazione che racchiude diverse, dimostrazioni globali organizzate da attivisti e simpatizzanti di Anonymous e contrassegnate dalla maschera di Guy Fawkes, ispirata al famoso film, V per Vendetta. Sono state oltre 670 le città dove erano programmate le manifestazioni, anche se va detto che in molte di queste a materializzarsi per strada alla fine sono stati gruppi di attivisti, con maschere e cartelli. Gli epicentri sono stati, le città di Sidney, Washington, Amsterdam e ovviamente Londra, cuore anche simbolico del movimento di hacktivisti. Quest’anno gli attivisti hanno scelto come data il 5 novembre per mostrare la sua capacità di essere un vero movimento di protesta globale, e non un’accolita di hacker isolati dal mondo.A Londra i manifestanti sono stati intorno ai 5mila secondo stime ottenute da La Stampa, numeri simili e forse inferiori a quelli dell’anno passato. L’atmosfera e i rapporti con le forze dell’ordine però sono stati più tesi, e non sono mancati alcuni arresti
«Il messaggio è quello di costruire un futuro migliore attraverso l’azione collettiva», avevano scritto gli attivisti su vari fogli online ripresi poi da altri siti della galassia anon come Cyberguerrilla, rievocando anche alcune delle tappe della storia dei cyberattivisti: dalle prime azioni contro Scientology, alle lotte contro forme di censura online, dal sostegno a WikiLeaks e Julian Assange (rinnovato anche ieri dai manifestanti londinesi) all’appoggio dato alla Primavera Araba ed Occupy Wall Street.

 

PUBBLICITÀ

Ku Klux Klan (KKK in acronimo) è il nome utilizzato da numerose organizzazioni statunitensi, di stampo spesso terroristico a contenuti razzisti e che propugnano la superiorità della razza bianca.

Storicamente si distinguono tre fasi del movimento: una prima dal 1865 al 1874 come confraternita di ex militari dell’esercito degli Stati Confederati d’America, una seconda dal 1915 al 1950, in cui il movimento ha assunto la fisionomia che oggi consideriamo tipica, ed una terza dal secondo dopoguerra ad oggi, caratterizzato dalla grande frammentazione del movimento in una miriade di piccole organizzazioni fra loro ufficialmente scollegate che utilizzano il nome KKK o sue varianti.

Il nome del gruppo deriva probabilmente dal greco κύκλος (“kuklos”), che significa cerchia, riferita però ad un gruppo di fratelli. I membri del Ku Klux Klan nel tempo si sono sempre più accostati a ideali nazionalisti e discriminatori che spesso sono d’estrema destra, quali ilrazzismo, l’antisemitismo, l’omofobia e l’anticomunismo; erano inoltre fortemente anticattolici.

PUBBLICITÀ