Note7 a rischio esplosione per colpa della batteria. Ritirati e sostituiti

Samsung Galaxy Note 7, è allarme: la batteria esplode. Stop alla distribuzione

Avete acquistato un fantastico Samsung Galaxy Note 7? Bhe fate attenzione, potrebbe esplodervi tra le mani! Al momento i dettagli non sono chiarissimi, tuttavia a scopo precauzionale l’azienda Coreana ha bloccato la vendita dei Note 7 richiamando tutti quelli attualmente presenti in commercio.

La notizia è stata diffusa dalla stessa Samsung in una conferenza stampa. L’annuncio ufficiale arriverà nel giro di pochi giorni, al termine delle consultazioni che la società sta avendo con l’operatore Verizon e altri partner commerciali.

Un phablet eccezionale quindi, qualità foto ai livelli di una reflex di ultima generazione, riprese video in 4k con stabilizzatore. Fotocamera frontale perfetta per fare i selfie in qualsiasi condizione di luce, estremamente potente da far girare tutte le applicazioni a livelli eccelsi. Dunque un telefono praticamente perfetto. Forse un piccolo difetto lo abbiamo trovato, ma piccolissimo! Quale? Bhe esplode o nella migliore delle ipotesi si incendia!

Bhe ironia a parte è proprio quello che è successo al top gamma di casa Samsung. A quanto pare un serio problema di batteria in alcune condizioni, porterebbe lo smartphone a surriscaldarsi molto fino allo spiacevole epilogo. La casa Coreana pur accertandosi che ad oggi dopo poche settimane dal lancio sul mercato i Note 7 effettivamente esplosi sono stati solo 35-40 su 2 milioni ha comunque deciso di ritirarli tutti dal mercato per precauzione e sostituirli con un lotto privo di difetti.

Il Galaxy Note 7 è un gioiellino di pura potenza, lanciato alla distribuzione in 10 paesi nel mondo lo scorso 19 agosto, al momento sono stati venduti circa 1 milione di pezzi. Bloccata dunque anche la vendita negli altri paesi dove proprio in questi giorni sarebbe dovuta partire la distribuzione ufficiale. Dalla nota si apprende come lo smartphone, potente come un Pc di fascia medio-bassa con i suoi 4 Giga di ram tende a scaldarsi eccessivamente durante alcune operazioni, come ad esempio l’upload dei file multimediali nel cloud di samsung.

Niente paura, chi ha comprato il dispositivo ne riceverà uno completamente funzionante quanto prima.

Il gigante sudcoreano ha precisato e rassicurato i suoi utenti, tutti i possessori di Galaxy Note 7 che hanno acquistato uno smartphone lanciato il 19 agosto potranno ricevere un modello sicuro e funzionante. Il presidente della sezione mobile di Samsung, Koh Dong-jin, si è dichiarato “profondamente sconcertato e dispiaciuto per l’incidente”. L’azienda ha confermato che sono 35 i casi di esplosione. Secondo gli esponenti di Samsung, il problema al momento rappresenta solo lo 0.1% dei quasi 3 milioni di dispositivi presenti sul mercato (negozi,compagnie telefoniche e acquistati), il problema è risolvibile con la sostituzione della batteria.

Il Galaxy Note 7 al momento non è in vendita in Italia. Dunque per gli Italiani il problema non esiste, il dispositivo sarà distribuito in Italia già corredato di versione aggiornata dunque senza rischi. Tuttavia per coloro i quali lo avessero acquistato online o in qualche negozio fisico nel mondo sarebbe il caso di rivolgersi all’assistenza Samsung per capire come procedere.