Home Scienza e Tech Fifa 16, abbiamo provato la demo, cosa ci è piaciuto e cosa...

Fifa 16, abbiamo provato la demo, cosa ci è piaciuto e cosa no

La demo di Fifa 16 è da oggi disponibile per tutte le piattaforme , noi l’abbiamo testato per alcune ore sulla PS4 aggiungendoci anche le impressioni della prova fatta a Barcelona qualche mese fa. A differenza degli ultimi anni dove praticamente fifa non aveva nessun metro comparativo valido, considerata la pochezza del concorrente Pes, quest’anno le cose sono decisamente cambiate e dunque anche la recensione che andrete a leggere sarà condizionata da questo nuovo importante dettaglio comparativo.

Fifa dalla nascita ha sempre puntato e vinto su alcuni aspetti fondamentali, le numerose modalità di gioco disponibili sia nella versione online sia e soprattutto in quella offline, con un costante miglioramento anno dopo anno, un modo semplice quanto efficace per accontentare davvero tutti gli appassionati. Anche quest’anno EA ci sorprende in positivo aggiungendo alcune chicche che rendono la parte gestionale del gioco veramente completa, sono presenti le Nazionali femminili, in rete a riguardo si leggono molti commenti negativi, ma in realtà come diceva il grande Totò è la somma che fa il totale e questa nuova aggiunta magari la userete una sola volta ma non fa altro che rendere il gioco ancora più completo, e chissà magari ci scapperà sicuramente qualche partitina con la vostra morosa. La modalità carriera presenta una seconda novità , la possibilità di gestire delle amichevoli estive come avviene nella realtà, usando la squadra di club al termine della stagione si potrà scegliere di partecipare ad un torneo estivo, a seconda della qualità della vostra squadra giocherete con squadre blasonate o di terza serie, vincendo il torneo inoltre riceverete una discreta somma di denaro da poter investire nel successivo calcio mercato. Inoltre proprio nelle amichevoli sarà possibile testare diverse formazioni, schemi tattici e soprattutto provare giovani da far crescere. Bene anche l’aspetto dedicato agli allenamenti, gestiti tramite skill game, con questa modalità è possibile allenare i propri atleti singolarmente scegliendo quale caratteristica potenziare, per esempio se volessimo allenare un calciatore per la fase difensiva dovremo affrontare e superare delle prove sul campo ad esempio l’abilità del contrasto, lo stesso vale per gli altri ruoli, chiaramente oltre che al valore statistico del calciatore ne aumenterà anche il valore econimco. Obbiettivamente ci aspettavamo un cambio radicale dalla modalità carriera, le innovazioni mancano da parecchi anni e le voci iniziali davano per certo l’introduzione di una struttura simile a quella già vista in Nba2k , pare si dovrà attendere i prossimi capitoli.

Il comparto tecnico si conferma ai massimi livelli anche in questo fifa16, aumentato notevolmente  il numero di calciatori realmente somiglianti nel volto e nelle caratteristiche alle controparti reali, purtroppo rimane il solito difetto delle corporature un po goffe, l’ammbientazione è stata ulteriormente migliorata con stadi riprodotti nei minimi dettagli, dai fotografi a bordocampo alle coreografie dei tifosi, migliorate ed aggiunte nuove animazioni durante la partita e nei momenti chiave, non sarà difficile scorgere Ronaldo arrabbiarsi con il direttore di gara per un rigore negato, o sbattere i pugni sull’erba per aver sbagliato un gol già fatto,assolutamente sublime l’illuminazione a tratti sembra una partita reale,ottimi gli effeti fisici, magliette sporche, pioggia che deteriora il manto erboso, bene anche l’audio con una buonissima telecronaca avvincente e mai banale, con addirittura voci di mercato (inerenti al gioco), insomma sotto questo aspetto Fifa rimane nel complesso ancora superiore a Pes.

Prima di passare al calcio giocato una parola da dedicare all’Ultimate Team, la modalità piu amata e giocata di fifa, la EA è riuscita a porre rimedio alla folle corsa al prezzo eccessivo per comprare un qualsivoglia giocatore, ora fortuatamente ci saranno delle fasce di prezzo, in questo modo tutti gli utenti avranno la possibilità di giocare con i calciatori più forti e costruirsi la loro squadra dei sogni senza spendere follie. Altri dettagli li elencheremo giocando alla versione completa.

 

Levamoci subito il dente, è un fifa migliorato rispetto al 2015, ma sia chiaro sul piano del gameplay non ci sono eccessivi stravolgimenti.

Queste sono le Opzioni di gioco che troveremo nella demo

■ Calcio d’inizio: scendi subito in campo e gioca una partita. La prima volta che avvii la demo di FIFA 16 su PC, Xbox One o PS4, disputerai El Clasico, tra Real Madrid e Barcellona, al Santiago Bernabéu. 

■ Draft FIFA Ultimate Team: prova un nuovo modo di giocare con la modalità Draft FUT. Prendi decisioni oculate mentre crei la tua rosa, quindi scendi in campo per disputare una partita offline. 

■ FIFA Trainer: tutti possono competere ai massimi livelli in FIFA 16. Prova FIFA Trainer, un nuovo sistema di allenamento contestuale, per ricevere consigli mentre giochi in modalità Calcio d’inizio o Draft FUT. 

■ Nuove prove abilità: in attesa che le partite vengano caricate, puoi cimentarti in sei nuove prove abilità. 

■ Presentazione televisiva della Bundesliga: goditi la grafica utilizzata nelle sfide della Bundesliga quando il Borussia Dortmund fa visita al Borussia Mönchengladbach al BORUSSIA-PARK. 

Scegli la tua squadra 

Nella demo sono presenti 10 tra i migliori club al mondo e due nazionali di calcio femminili, tra cui le campionesse del mondo degli Stati Uniti.

La demo ci è parsa piuttosto simile alla versione provata in precedenza mesi orsono, il gioco rispetto al 2015 è migliorato sotto diversi aspetti ma tenendo conto del tanto atteso ritorno di Pes si poteva e doveva fare di più, soprattutto limando quei fastidiosi aspetti che tanto fanno arrabbiare gli utenti. Il gioco resta quanto più vicino al realismo, nella demo si son visti dei cali di frame e movimenti strani dei calciatori, probabilmente risolveranno per la versione finale, il gioco è stato notevolmente rallentato, il che renderà felici molti appassionati, la fisica della palla è bella intensa, si percepisce quasi il peso della stessa, contrasti, tiri, inserimenti tutti aspetti migliorati rispetto al capitolo precedente, la stamina relativa all’affaticamento sembra essere la stessa dello scorso anno, eliminato il fastidioso difetto dei calciatori veloci praticamente imprendibili, le scivolate sono belle realistiche, la cpu ha mostrato qualche tentennamento e comportamenti altalenanti, a tratti buone coperture difensive e ottime trame offensive arrivando alla conclusione senza inutili fraseggi come accadeva lo scorso anno, ora ci provano al primo spiraglio lasciato libero, altre volte diventano dei marziani, i portieri ancora fanno qualche uscita a farfalla di troppo ma tutto sommato non sono male. Dunque un nuovo capitolo nettamente migliorato nel comparto tecnico con buone sfumature di miglioramenti anche nel gameplay, il gioco era bello e divertente negli anni scorsi e lo rimane anche per questa stagione. Superiore o inferiore a PES16? , difficile dirlo, sono entrambi ad altissimi livelli, noi preferiamo il secondo per il semplice fatto che è tornato valido dopo troppi anni di attese, mentre Fifa ha una crescita anche se lenta molto costante. In ogni caso qualunque scelta voi facciate, tranquilli non sbaglierete.

– Recensione PES2016


+ graficamente eccellente, colori e illuminazione al top
+ audio tra i migliori in assoluto
+ giocabilita migliorata, pallone piu pesante, ritmo perfetto a velocita lenta 
+ migliorato il tiro manuale, dove va tenuto conto molto il posizionamento e la corsa 
+ migliorato il gioco aereo e la stamina
+ arbitraggio equilibrato

– la cpu con troppi alti e bassi
– sistema dribbling 
– chi ti punta ti batte troppo spesso
– troppe cutscenes 
– controllo palla troppo preciso