Home Salute Ecco come la dieta mediterranea può controllare il diabete di tipo 2

Ecco come la dieta mediterranea può controllare il diabete di tipo 2

Diabete, studio italiano: la dieta mediterranea è un toccasana grazie alle cellule "Super Mario"

La dieta mediterranea nel corso degli anni si è dimostrata una delle più efficaci in termini di benessere fisico e mentale. Le proprietà nutritive dei suoi alimenti sono eccezionali per mantenere sotto controllo la propria struttura fisica e soprattutto un perfetto equilibrio dell’organismo. Ora secondo un recente studio tutto italiano la dieta mediterranea sarebbe anche un ottima’arma per combattere il diabete di tipo 2. In realtà già qualche mese fa è stato dimostrato come la dieta nostrana possa essere molto efficace nella prevenzione dei tumori.

Ma come agisce la dieta mediterranea contro il diabete di tipo 2? In pratica attivando gruppi di cellule idrauliche, battezzate dagli stessi ricercatori Super Mario, in onore del più famoso personaggio dei videogiochi degli anni 90. La dieta mediterranea va dunque a pulire i vasi sanguigni dalle scorie accumulate,riuscendo a mantenere sotto controllo i valori principali del diabete. Lo dimostra uno studio presentato al Congresso dell’Associazione europea per lo studio sul diabete (Easd) dalla Società italiana di diabetologia (Sid)

la nuova ricerca italiana prodotta dalla Sid, dimostra come la dieta mediterranea oltre ad avere il fondamentale ruolo di contenimento di alcuni fattori di rischio soprattutto cardiovascolari come: colesterolo,glicemia, ipertensione, peso corporeo, riesca anche ad attivare un particolare meccanismo idraulico proteggendo direttamente i vasi sanguini dei soggetti affetti da diabete di tipo 2. Lo studio in pratica evidenzia come l’alimentazione tipicamente italiana va da aumentare i livelli circolanti di alcune cellule chiamate progenitrici endoteliali, una sorta di squadre di “idraulici” che intervengono a livello dei vasi danneggiati riparandoli ad esempio a seguito di un infarto

“Questi studi contribuiscono in modo sostanziale a chiarire l’enorme potenziale terapeutico della dieta mediterranea, patrimonio Unesco – commenta Giorgio Sesti, presidente della Società italiana di diabetologia – e rafforzano l’importanza della nutraceutica come vero e proprio trattamento della patologie cardio-metaboliche”.


Quali alimenti sono indispensabili?

Quali sono gli alimenti più indicati per combattere o quantomeno contrastare il diabete? la stessa Sid consiglia: olio di oliva, pesce, fibre. L’olio di oliva è l’alimento principe della dieta mediterranea, riesce a stimolare la protezione dell’aterosclerosi ed ha direttamente effetti benefici sui vasi sanguigni. Le fibre riescono a rallentare l’assorbimento degli zuccheri, non solo, rallentano anche la diffusione del grasso, di conseguenza attivano una protezione contro il colesterolo. Per tali ragiono gli esperti consigliano di consumarle anche prima del pranzo.

dieta-mediterranea

No all’olio di palma e carni rosse

Chiaramente ogni medaglia ha il suo rovescio ed ecco che per stare bene bisogna necessariamente evitare alcuni cibi. La carne rossa in eccesso, il burro ed i prodotti a base di fruttosio ad esempio aumentano il rischio di sviluppare il diabete nel giro di pochi anni. Anche l’olio di Palma non è consigliabile, considerato che aumenta notevolmente il rischio di insulino-resistenza, che in poche parole è l’anticamera del diabete. Per tali ragioni è sconsigliato sia a chi presenta già il diabete ma anche in generale a tutte le persone.

PUBBLICITÀ