Home Salute Ma quale perdita di peso! La dieta ipercalorica fa ingrassare dopo 6...

Ma quale perdita di peso! La dieta ipercalorica fa ingrassare dopo 6 mesi

Per chi non la conoscesse, la dieta iperproteica è un particolare regime alimentare caratterizzato da un ridotto consumo di carboidrati abbinato ad un elevato apporto di proteine e grassi. Una dieta che invece di far dimagrire aiuta ad ingrassare? Quando si tratta di una delle diete per eccellenze (iperproteica) forse qualche domanda su come e cosa mangiamo dovremmo porcela. Gli americani amanti della carne in ogni sua forma non saranno felici.Tuttavia, uno studio sperimentale ha evidenziato come le diete iperproteiche non siano efficaci quanto si crede, non solo, alla lunga potrebbero “aiutare” ad ingrassare e agevolare l’insorgere di alcune patologie.

Assumere troppe proteine non aiuta a dimagrire

Lo studio in forma sperimentale è stato elaborato da Luigi Fontana, professore di medicina e nutrizione all’università di Brescia e alla Washington University a St.Louis. Pubblicato sulla rivista scientifica Cell Reportsla ricerca ha evidenziato un dato scientifico applicato sia a topolini ma anche ad esseri umani,confermando alcune ricerche solo ipotizzate. Un consumo eccessivo di proteine non garantisce un corretto dimagrimento, anzi in alcuni casi, abusandone si rischia l’effetto contrario, ovvero ingrassare.

PUBBLICITÀ

Il professor Fontana durante un recente convegno tenutosi a Venezia ha snocciolato diversi risultati in merito ai suoi studi nutrizionali.

“Qualora una dieta contenga un regime proteico molto ricco, nei primi 6 mesi si tende a dimagrire, -spiega Fontana- tuttavia se la dieta si protrae per 12 o 24 mesi il vantaggio della stessa si va perdendo, divenendo meno efficace. Lo studio ha evidenziato quali meccanismi regolino tali processi.Gli amminoacidi ramificati, che sono i “mattoncini” delle proteine, non vengono prodotti dal nostro corpo ma devono essere assunti con il cibo. Si trovano nei prodotti animali, soprattutto il latte. Per intenderci sono quelli assimilati dai culturisti sotto forma di integratori – o in alternativa aumentando notevolmente il consumo di carne nella dieta – per far crescere la massa muscolare in fase di allenamento. Il problema è che stimolando con un numero maggiore di calorie o di amminoacidi ramificati o solforati il nostro organismo si accelerano i processi di invecchiamento e di genesi dei tumori”.

Riducendo le proteine della dieta, invece, ci sono subito dei miglioramenti, sia nei topolini che nell’uomo. “Si perde più peso – elenca Fontana – migliora il controllo glicemico e c’è un rischio minore di ammalarsi di diabete. E che si migliori la massa magra sia negli uomini che nei topi lo abbiamo dimostrato in questo studio clinico sperimentale e randomizzato”.