Home Territorio Coronavirus: il Sindaco Festa propone il kit veloce, ma la soluzione non...

    Coronavirus: il Sindaco Festa propone il kit veloce, ma la soluzione non passa!

    Tamponi utilizzati per verificare la presenza di covid-19

    Il sindaco Festa, preoccupato del possibile precipitare del contagio da Coronavirus ad Avellino ha avuto l’idea di dotare per la zona del capoluogo irpino dei kit di tamponi veloci, da testare sui soggetti asintomatici, partendo dal personale sanitario. Pertanto dopo aver interessato il Governatore della Campania De Luca, ha proceduto ad ordinare cinquemila kit per accelerare gli accertamenti di positivita’ o meno da Coronavirus.

    Ma intanto sono giunte delle dichiarazioni non proprio rassicuranti da parte di Salvatore Cincotti, amministratore della Technogenetics, azienda nata dalla sinergia di Altergon Italia e l’azienda cinese Khb, produttrice dei suddetti kit, rese all’emittente Primativvu. Questi ha dichiarato che il test prodotto dalla azienda che egli rappresenta, consta di una procedura non facile, in quanto il risultato deve essere testato in ogni paziente sette volte in una settimana ed infine convalidato da un tampone tradizionale. In altre parole il test rischia di essere non risolutivo e di risultare piu’ d’intralcio ingolfando il sistema sanitario.

    adv

    Il sindaco Gianluca Festa, che aveva paventato per Avellino di fare la fine di Bergamo la cui struttura sanitaria e’ al collasso per le numerose richieste di ricoveri, ha proceduto senza attendere il parere della Regione. Ma l’autorita’ regionale, per voce del suo Presidente Rosetta D’Amelio, non solo ha bocciato l’iniziativa, ma ha minacciato di denunciare il sindaco irpino per procurato allarme. Ora vedremo gli sviluppi, anche se non e’ proprio il momento di augurarsi beghe politiche, visto il clima sociale gia’ teso per l’avanzare della pandemia