Home Calcio Clamoroso, il Real Madrid esonera Rafa Benitez, al suo posto Zidane

Clamoroso, il Real Madrid esonera Rafa Benitez, al suo posto Zidane

benitez
Clamoroso Rafa Benitez è fuori dal Real Madrid, lo rivela il quotidiano sportivo Marca, secondo cui la decisione è stata presa in modo definitivo dopo l’ultimo brutto pareggio esterno del Real contro il Valencia. Alle 17.30 ci sarà la conferenza stampa che ufficializzerà l’esonero. Salta dunque una seconda panchina importante in Europa, dopo l’eccellente esonereo di Mourinho dal Chelsea tocca anche all’ex Napoletano Benitez. Al suo posto dovrebbe subentrare un pilastro del Real, Zinedine Zidane
LA SITUAZIONE
I risultati non esaltanti sono stati sicuramente un fattore importante, ancor più il gioco espresso, davvero mediocre in alcune occasioni e poco da “Real”. Accusato inizialmente soprattutto di estremo difensivismo all’Italiana, Benitez non è stato mai amato dai tifosi, che di recente ne hanno chiesto la testa, né dalla stampa. Altro fattore, i rapporti inesistenti con il gruppo, in modo particolare con i senatori, a partire da Cristiano Ronaldo che, non ha mai nascosto il suo dissenso nell’averlo scelto come tecnico. Pare che il fuoriclasse Portoghese non gli rivolgesse la parola da mesi e che più volte abbia messo il presidente Perez alle strette “o lui o me” e a quanto pare il 4 volte pallone d’oro è stato accontentato. Arriva Zidane, immenso calciatore, non sarà facile gestire un gruppo di cosi tanti talenti. Per giugno si fa largo la voce del ritorno di Mourinho.

Rafael Benítez Maudes detto Rafa (Madrid, 16 aprile 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolocentrocampista o difensore.

È stato il quarto allenatore a vincere la Coppa UEFA/Europa League per due volte e il secondo a riuscirci con due squadre diverse dopo Giovanni Trapattoni. È inoltre l’unico allenatore ad aver vinto la Coppa UEFA e la Champions League in due stagioni consecutive con due squadre differenti. Ha costruito la sua fama come re di coppe: ha nel suo palmarès la bellezza di dodici titoli sollevati al cielo (5 internazionali), conquistati in tre paesi diversi (Spagna, Inghilterra e Italia) e alla guida di cinque squadre (Valencia, Liverpool, Inter, Chelsea e Napoli).

Personaggio molto pacato, ma comunque esposto a polemiche e controversie, per sei volte è stato indicato come Manager of the Month e per due volte come Allenatore dell’anno UEFA. Ha legato principalmente la sua carriera al Liverpool, con cui ha raggiunto a distanza di due anni due finali di UEFA Champions League, la prima vinta nell’edizione 2004-2005 e la seconda persa nell’edizione 2006-2007; in entrambe le occasioni i Reds hanno affrontato in finale il Milan di Carlo Ancelotti.