Home Territorio Cerreto Sannita, dove ti senti ospite e non solo turista. Le domeniche...

Cerreto Sannita, dove ti senti ospite e non solo turista. Le domeniche dell’Olio.

Cerreto Sannita e’ un pullulare d’arte, sapori e cultura. Un piccolo comune nella Valle del Titerno ricco di storia, tanta. Ricco anche di tanti, ma soprattutto deliziosi, prodotti tipici. Il motivo della mia visita odierna e’ proprio questo. Le ‘’domeniche dell’olio’’, manifestazione che si tiene ormai da diversi anni, raccoglie tutti i produttori dell’extravergine di oliva del comprensorio. Quattro i frantoi nella cittadina Titernina, aperti proprio in occasione di questo appuntamento enogastronomico. Possibilità di visita guidata per conoscere il processo di molitura. Come l’oliva diventa olio extravergine? Questa la domanda che qualcuno di noi si sarà sicuramente posto, considerata l’importanza di questo prodotto nella nostra dieta. A Cerreto Sannita termina l’immaginazione e parte la realtà. Frantoio mobile in Piazza con omaggio di una piccola boccettina d’olio. Un odore unico che avvolge uno scenario da favola. Lo scenario delle aree interne della Campania, spesso messe nel cassetto del dimenticatoio come tutte le aree interne dell’Italia. Quelle aree interne, che, chiamate in causa, si dimostrano la vera linfa vitale di questo Paese. Perché le verdi colline sannite, i panorami mozzafiato, i prodotti tipici, la ceramica cerretese, l’olio extravergine della Valle del Titerno, il delizioso vino della Valle Telesina, non hanno nulla da invidiare alle più rinomate zone d’Italia. Nulla da invidiare, e forse, mi permetterete la presunzione, anche qualcosa in più. Quella ospitalità che rende il turista ospite. Ospite di una grande famiglia. A mezzogiorno Piazza San Martino, la piazza principale del paese, e’ quasi completamente piena. Turisti, residenti e tanti curiosi. Stand, degustazioni, visite guidate e artigianato. C’e’, in poche centinaia di metri quadrati, quasi tutto quello che il territorio offre. L’oro di un Sannio che negli ultimi anni sta ingranando la marcia della promozione territoriale come fattore di sviluppo. Difficile che le grandi industrie vengano a investire qui, diciamolo chiaramente. Senza ipocrisie sappiamo bene che le nostre industrie devono essere i prodotti territoriali. Quelli che nascono qui. Cerreto Sannita, con tanti eventi enogastronomici, ha messo la freccia a sinistra per sorpassare la fase teorica e correre verso quella pratica. Perché non c’e’ più nulla da valutare, Cerreto ha capito bene che e’ il momento di essere concreti. Lo sta facendo con una programmazione e promozione, anche turistica, che va in una direzione ben precisa. Far conoscere il territorio e il paese, i suoi prodotti, la sua architettura e la sua storia come assunto di fondo per un volano di nuove opportunità. Diverse le associazioni che concretamente lavorano sul territorio. L’Aptc, Associazione Promozione Territorio Cerretese, presieduta da Gianfranco, instancabile ed ottimo cuoco della gastronomia locale. Diversi gli eventi che l’associazione stessa organizza volti anche a valorizzare l’altro pilastro dell’economia cerretese: l’allevamento. Ma anche la Pro Loco, ora in fase di ricostituzione. Cerreto Sannita merita una tappa. In quello che dovrebbe essere il tour del viaggio della nostra vita, Cerreto potrebbe rappresentare quella sosta relax meritata. L’accoglienza come fulcro principale, coadiuvata da sapori eccellenti, il tutto avvolto in un mix di architettura, storia e natura. Verde, cultura, sapori e tranquillità. Serve altro? Segnalo in agenda, Cerreto Sannita ti aspetta, ma non come turista, come ospite.