Home Salute Cellule staminali denti possono restituire un nuovo sorriso alla bocca

Cellule staminali denti possono restituire un nuovo sorriso alla bocca

Grazie alle staminali dei denti possibile ricostruire i tessuti della bocca danneggiati

Grazie all’ennesima ricerca Italiana è stato scoperto come, per mezzo delle cellule staminali presenti nei denti sarebbe possibile ricostruire l’intera struttura della bocca. Il tutto attraverso una tecnica ricostruttiva di microchirurgia non invasiva.

Attualmente, come racconta ansa.it si tratta di uno studio pilota di piccole dimensioni, eseguito su 11 pazienti dal team del professor Mario Aimetti, già Presidente della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia, presso il Reparto di Parodontologia del CIR Dental School dell’Università di Torino.

Paradontite e malattie dei denti, in Italia colpisce il 50%

Oltre il 50% degli Italiani, così come la stessa popolazione mondiale è affetta in misura più o meno grave dalla malattia dei denti, ossia la paradontite. Si tratta di una malattia che causa la lenta e asintomatica distruzione delle gengive e dell’osso che circonda i denti (aleolare) fino a farlo cadere o rendere necessaria l’estrazione.

Lo studio è stato presentato e pubblicato sul prestigioso quotidiano The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry.

“Alcuni lavori di biologia cellulare – spiega Aimetti – confermano la presenza di cellule staminali oltremodo ‘gestibili’ nella polpa del dente; nasce quindi l’ipotesi, che si trasforma in concretezza di utilizzarle per tentare di ricostruire i tessuti danneggiati dalla parodontite.

Si tratta di un processo molto semplice, il primo passo è quello di isolare le cellule staminali dalla polpa di un dente in via di estrazione, come può essere il dente del giudizio, successivamente in condizioni sterili e sostenute da ‘spugnette’ di collagene che si riassorbe, ed infine si innestano le cellule sui tessuti danneggiati.”

Il processo di rigenerazione nell’arco di 12 mesi ha avuto un ottimo successo sugli 11 pazienti trattati, conferma il professore. Le staminali, favorite anche dall’ambiente umido della bocca, hanno dimostrato la capacità di rigenerare i tessuti.

“Evidenziamo clinicamente e con radiografie una rigenerazione dell’osso intorno ai denti – precisa Aimetti. Naturalmente siamo ancora in una fase di studio iniziale con diversi aspetti da chiarire e attualmente stiamo svolgendo un’altra sperimentazione clinica su più pazienti – conclude l’esperto con cautela; cionondimeno, la bioingegneria tissutale è uno degli argomenti che si sta sviluppando per trovare soluzioni sempre più biocompatibili per rigenerare l’osso che circonda il dente e il legamento paradentale”

DECALOGO SALVA DENTI

1. Non fumare

2. Introdurre adeguate quantità di vitamina C attraverso una dieta ricca di frutta e verdura

3. Sottoporsi almeno 2 volte l’anno a una seduta di igiene professionale e a un controllo dal dentista

4. Durante la visita di controllo, chiedere di eseguire sempre il test Psr

5. Se le gengive sono un po’ infiammate, lavare i denti almeno 2 volte al giorno spazzolandoli per 4 minuti

6. Preferire lo spazzolino elettrico a quello manuale

7. Scegliere dentifrici delicati, appositamente studiati per denti e gengive sensibili

8. Utilizzare gli scovolini interdentali di grandezza adeguata ai propri spazi al posto del filo

9. Farsi consigliare un adeguato collutorio antiplacca, facendosi indicare dal dentista anche le modalità corrette per l’utilizzo

10. Se le gengive sanguinano, si ritraggono o sono arrossate, andare subito dal dentista per una valutazione adeguata.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva