Home Sociale Carcere di Bellizzi: successo per il concerto di Tommy Riccio

Carcere di Bellizzi: successo per il concerto di Tommy Riccio

Continuano le iniziative promosse dall’associazione di volontariato “ il Faro”  presso la circondariale di Bellizzi Irpino. Questa mattina si è esibito  il grande maestro Tommy Riccio con i due artisti napoletani Marika e De Santis Stefano.

Il concerto di beneficenza è stato donato dal  team “Officine Musicali” grazie al manager Gianpaolo Nesci, in collaborazione con l’ Associazione di Volontariato il Faro rappresentata dalla presidente Ansalone Anna e Laura Guarino, questa volta i detenuti si sono visti all’opera in prima persona in un laboratorio culinario  con gli chef della Capannina di Volla di Alfano Pasquale, che hanno preparato i panuozzi e offerto la loro specialità, sia ai detenuti del maschile che del femminile.

PUBBLICITÀ

La realizzazione di questo momento musicale e culinario, è stato possibile grazie  alla sinergia con il direttore dell’istituto penitenziario dr. Paolo Pastena, il comandante della circondariale Attilio Napoletano e la capoarea dell’area trattamentale dr.ssa Angela Ranucci nell’ambito del progetto d’istituto “Farmusica e creatività: cantando –  cucinando – apprendiamo”.

Hanno aderito al concerto circa 100 reclusi, mentre al laboratorio culinario una ventina di ragazzi che hanno appreso l’arte della cucina di Gragnano con il classico panuozzo, donato poi agli ospiti intervenuti al concerto. I ragazzi hanno sperimentato la possibilità di confrontarsi con un’azienda del settore ristorativo, apprendendo una nuova tecnica di cucina molto apprezzata al Sud, di qui il laboratorio cucinando-apprendiamo.

La presidente del faro ha dichiarato: “queste iniziative di apertura con il mondo delle imprese dovrebbero sempre essere favorite, ringraziamo la direzione che ha permesso questa giornata e ha sensibilizzato i ristoratori a donare questo laboratorio culinario. Per noi del volontariato, è fondamentale promuovere giornate del genere, perchè far conoscere il carcere come elemento di rieducazione ci aiuta a donare speranze e a seminare l’alternativa alle attività criminose, donare umanità è il nostro motto”.

I detenuti hanno  vissuto un’ esperienza coinvolgente con il cantante Tommy Riccio;  il maestro è stato  molto apprezzato e acclamato, ha promosso  una mattinata fuori dagli schemi tradizionali penitenziari,  contribuendo alle attività rieducative proposte dall’Istituto, oltre a momenti di socialità e confronto con il mondo del volontariato.