Home Politica Campania: parentopoli in regione blocco dei collaboratori

Campania: parentopoli in regione blocco dei collaboratori

Campania – In discussione nella giornata di ieri in consiglio, il blocco e annullamento delle decisioni dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale in merito alla regolamentazione delle collaborazioni dei singoli consiglieri. Questione che, nei giorni scorsi, aveva generato un vero e proprio polverone. La questione è stata affrontata nel corso di un incontro tra il governatore della Campania, Vincenzo De Luca e il presidente del consiglio regionale, Rosa D’Amelio. L’iniziativa dei giorni scorsi, con la quale si ammetteva l’assunzione negli staff dei consiglieri dei propri parenti dal terzo grado in su, è stata assunta “nel rispetto della legge vigente”, è stato riconosciuto da De Luca e D’Amelio. Tuttavia, “per ragioni di opportunità, è stato convenuto che si possa e si debba procedere all’annullamento delle decisioni assunte, nell’ambito delle prerogative dello stesso ufficio di Presidenza”, si è letto nella nota stampa.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva