Home Avellino Sport Semifinale Scudetto, Avellino dura solo un tempo: la Grissin Bon vince 83-69

    Semifinale Scudetto, Avellino dura solo un tempo: la Grissin Bon vince 83-69

    REGGIO EMILIA-AVELLINO 83-69 (SERIE 1-0)
    Una scandone che proprio non ti aspetti, sembra guardare la squadra di inizio campionato, quando arrancava in attacco e praticamente inesistente in difesa. I padroni di casa di Reggio Emilia conquistano meritatamente il primo atto della semifinale scudetto, grazie ad una buonissima prova di squadra, e soprattutto al sempre più esplosivo Achille Palonara, autore di una magnifica doppia-doppia, con 18 punti a referto e ben 12 rimbalzi. Reggio ha dimostrato una compattezza di squadra di primissimo livello, una fase offensiva praticamente senza sbavature, e buona fase difensiva, basti pensare come nei 10 minuti finali, l’MVP della stagione, Nunnally, non ha praticamente visto la retina, con zero punti realizzati. Avellino è durata praticamente 10 minuti, quelli del primo quarto, poi si è spenta la luce e gli uomini di Sacripanti hanno sbagliato tutto.

    LA CRONACA

    adv

    La sidigas è obbligata a vincerne almeno una a Reggio per invertire il fattore campo, Menetti, coach di Reggio Emilia non è d’accordo, e schiera un quintetto solido che difenda soprattutto sui piccoli irpini. Gli uomini di Sacripanti reggono bene nei primi dieci minuti, gestiscono meglio il campo, restano attaccati punto a punto ai padroni di casa, e grazie ad AckerBuva, nei minuti finali allungano e chiudono il primo parziale avanti di 5 lunghezze, 18-23, in realtà sarebbe potuto essere 18-26, ma la tripla allo scadere di Ragland viene annullata dall’istant replay. Nel secondo quarto la Grissin Bon scende sul parquet con uno spirito diverso, pronti via, ed infila il primo parziale di 7-0 firmato Palonara e Gentile, gli ospiti accusano il colpo ma tengono il passo grazie alle giocate di Joe Ragland. Il secondo quarto si chiude con la Grissin Bon avanti di 5 punti, 41-36. La sensazione è che la Scandone non riesca a tenere il passo dei padroni di casa, sembra mentalmente stanca. Inizia il terzo quarto, la Sidigas difende poco e male, la Grissin entra nel pitturato con troppa facilità, i biancoverdi faticano a segnare. Gli uomini di Sacripanti reggono 5 minuti, poi è solo Reggio, al 25′ Aradori infila 8 punti di fila e tiene i suoi a +9 (52-43), allo scadere una tripla di Needham, manda KO gli irpini, il terzo periodo si chiude con il massimo vantaggio Grissin, 63-49.  Nel 4/4 ci prova Green a tenere a galla i suoi, ma la Scandone ha ormai gettato la spugna, finendo anche a -17. Nel finale i padroni di casa mollano la presa e la Sidigas riesce quantomeno a ridimensionare il pesante passivo, chiudendo a -12. Al suono della sirena scaramucce fra Kaukenas e Sacripanti, capita nella tensione da Playoff, nulla di preoccupante. Si torna in campo venerdì alle 20.45 per gara-2.

    Reggio EmiliaPolonara 18, Lavrinovic 13, Aradori 11.
    Avellino: Ragland 16, Nunnally 13, Buva 10.

    adv