Avellino – Domani 4 Giugno l’urlo degli Avvocati Irpini

Domani alle ore 10, davanti al Palazzo di Giustizia di Avellino, gli Avvocati manifesteranno per chiedere la ripresa dei giudizi. Si tratterà di una maratona oratoria per sostenere la riapertura del Tribunale e la ripresa delle funzioni giudiziarie.
“Allo stato, il Tribunale è chiuso ed i processi sono fermi. Se ne celebrano in numero tanto insignificante – tra l’altro per materie del tutto secondarie o marginali – da poter affermare, senza rischio di smentita, che la Giustizia è ferma. E lo è da 90 giorni, tre infiniti mesi.
Un calvario, per i cittadini che attendono le sentenze e per gli Avvocati che sono costretti alla inattività.Che possano, dunque, le voci degli avvocati che parteciperanno alla manifestazione donare forza ai nostri rappresentanti, ai rappresentanti dell’Avvocatura, allorquando si dovranno rivedere – e noi speriamo immediatamente – i protocolli emanati dal Presidente del Tribunale, unico Organo che in questo momento ha il potere-dovere di organizzare la funzione amministrativa e di gestire quella giudiziaria, aprendo o chiudendo, come con un rubinetto e la sua acqua.”
“Prima che accada ciò che di solito ad Avellino e provincia accade – posto che ci appare più probabile che un cammello passi in una cruna di un ago piuttosto che la questione sia presa per quella che è – la semplifichiamo:
l’iniziativa nasce per sostenere l’azione che dovranno, presto o tardi, portare avanti il Consiglio del’Ordine Avvocati di AV e le Ass.ni territoriali, dal momento che un po’ tutti si sono resi conto (tranne chi non ha occhi per vedere) che i vigenti protocolli, per il civile ed il penale, sono inadeguati rispetto ai tempi, anacronistici direi (ed il termine non corrisponde ad una aggettivazione negativa, per carità!).
Chi può negare che, all’attualità, la società sia impermeabilmente più avanti rispetto al momento in cui furono redatti?????
Dunque, la manifestazione ha una semplice finalità:
RAPPRESENTARE AI CAPI DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI AVELLINO CHE I NOSTRI RAPPRESENTANTI, I RAPPRESENTANTI DELL’AVVOCATURA, NON SONO SOLI AL TAVOLO, SOSTENUTI, COME SARA’, DA UNA BASE LESA NELLA DIGNITA’ E DA UNA CITTADINANZA GRAVEMENTE PREGIUDICATA NEL DIRITTO DI DIFESA E DI AZIONE.
PARTECIPATE, C’E’ BISOGNO DELLA VOSTRA VOCE, ANCHE SOLO DELLA VOSTRA PRESENZA OVVERO SOSTEGNO.
Iscrivetevi nel post sopra, quello che trovate in evidenza su questa pagina, come VOCE o solo come PRESENTI.
Oggi, più che mai, è in gioco la nostra vita e quella dei nostri assistiti!”

Fonte: Facebook, Quelli del Caffè in Zona Rossa
MARATONA ORATORIA Locandina DIGITALE | contattolab.it