Home Italia & Esteri Approvata riforma Magistratura Onoraria: una legge che va contro l’Europa

    Approvata riforma Magistratura Onoraria: una legge che va contro l’Europa

    giudice-di-pace

    RIFORMA MAGISTRATURA ONORARIA: UNA LEGGE CHE VA CONTRO L’EUROPA

    La Camera dei Deputati ha definitivamente approvato oggi la legge delega di riforma della magistratura onoraria e dei giudici di pace. Il Parlamento ha di fatto delegato alla Commissione Europea di porre rimedio al persistente stato di insolvenza dell’Italia sui diritti economici e previdenziali dei magistrati onorari.Alla luce di una legge che reitera tutte le infrazioni già contestate dall’Europa all’Italia sull’illegittimo trattamento riservato ai magistrati onorari, l’apertura di una formale procedura di infrazione appare ormai scontata. Eppure sarebbe bastato approvare 3-4 emendamenti presentati dalla maggior parte delle forze politiche per garantire l’allineamento della legge al diritto comunitario.Si raddoppiano, fra nuove competenze del Giudice di pace ed ufficio del processo, i carichi di lavoro dei magistrati onorari e si denegano tutti i diritti su trattamento economico, previdenza, pensione, tutela della maternità e della salute.Ancor più grave è che tale assetto normativo di stampo ottocentesco e manifestamente incostituzionale vada a ledere i principi di indipendenza ed imparzialità del giudice.Non si può ragionevolmente pensare che i magistrati onorari e di pace lavorino a tempo pieno senza nessun diritto, a titolo puramente volontaristico. Quale Giustizia potranno mai garantire ai cittadini dei giudici ai quali non sono riconosciuti neppure i più elementari mezzi di sostentamento?

    Roma 28 aprile 2016

    adv

    Maria Flora Di Giovanni
    (Presidente Nazionale)

    Alberto Rossi
    (Segretario Generale)

    adv