Home Calcio Andrea Pirlo smentisce le voci sull’Inter con l’hashtag #stopRumors

Andrea Pirlo smentisce le voci sull’Inter con l’hashtag #stopRumors

Voci di mercato – Pirlo all’inter? una fantasiosa idea durata il giro di una settimana, lo stesso pluricampione d’Italia e campione del Mondo tramite il suo profilo Twitter ha smentito le voci, utilizzando l’hashtag “Stop rumors”.

Le voci

La stagione MLS è nelle fasi finali. Ultimamente si era spesso parlato di un possibile interessamento dell’Inter per il regista della Nazionale a partire da gennaio. Invece il diretto interessato ha messo a tacere con un cinguettio ogni speculazione.La stessa Juventus tramite l’a.d Beppe Marotta è convinta che Andre Pirlo non accetterebbe mai una proposta giunta da qualsivoglia squadra Italiana.

“Finalmente si torna al lavoro”, ha scritto Pirlo sul suo profilo social insieme a delle foto che lo vedono sul campo di allenamento insieme al compagno Frank Lampard. Il regista ex Juventus è tornato a New York, la sua nuova casa, dopo aver trascorso qualche giorno di vacanza a Miami. Al City avrà certamente incontrato il nuovo allenatore, quel Patrick Vieira che in passato è stato suo avversario con le maglie di Juve e Inter.

 

Andrea Pirlo

(Flero, 19 maggio 1979) è un calciatore italiano, centrocampista del New York City e della Nazionale italiana, con cui si è laureato campione del mondo nel 2006 e vice-campione d’Europa nel 2012.

Soprannominato il Metronomol’Architettoil Professore,Mozart e Maestro (originariamente The Master a Euro 2012 e trasformato in O Maestro durante il mondiale brasiliano del 2014)[6][7][8] si è segnalato sin da giovane come uno dei maggiori talenti espressi dal calcio italiano. È inoltre considerato uno dei più grandi centrocampisti della sua generazione ed uno dei più forti registi della storia del calcio mondiale.

PUBBLICITÀ

Ha occupato la 3ª, 2ª, 4ª e 3ª posizione nelle speciali classifiche IFFHS, organismo che si occupa delle statistiche riguardanti la storia del calcio, per il miglior costruttore di gioco dell’anno rispettivamente nel 2006, 2007, 2012 e 2013.Inoltre è stato incluso quattro volte tra i 50 candidati al Pallone d’oro, classificandosi nono nel 2006, quinto nel 2007,settimo nel 2012 e decimo nel 2013. Con la Nazionale ha totalizzato 116 presenze (quarto nella classifica di presenze nella Nazionale di calcio italiana) e 13 reti, partecipando a tre Mondiali, tre Europei e due Confederations Cup.

Ha giocato con la maglia dell’Inter, della Reggina e del Brescia prima di passare al Milan, squadra in cui ha militato per dieci anni ed è stato titolare inamovibile nello schema tattico del tecnico Carlo Ancelotti. Con i rossoneri ha conquistato duescudetti, una Coppa Italia, una Supercoppa italiana, due Champions League, due Supercoppe UEFA e una Coppa del mondo per club. Dal 2011 al 2015 è stato un giocatore della Juventus, con cui ha conquistato quattro scudetti, due Supercoppe italiane e una Coppa Italia.

Il quotidiano inglese The Guardian nel 2012 lo ha classificato come l’8º calciatore più forte al mondo.Nel 2013 l’aziendaBloomberg lo ha classificato al quinto posto tra i migliori giocatori europei. Il 19 maggio 2015, in occasione del suo 36º compleanno, viene inserito nella classifica dei migliori dieci calciatori con oltre 36 anni stilata da France Football.

È primatista di presenze (37) con la maglia della Nazionale Under-21 e, insieme a Daniele De Rossi e Mario Balotelli, è l’unico giocatore ad aver segnato almeno una rete in ognuna delle tre principali competizione calcistiche disputate dalla Nazionale maggiore (il campionato mondiale, il campionato europeo e la Confederations Cup).