Ambiente, Trump: “Niente più limiti a carbone e gas serra”

Donald Trump, president and chief executive of Trump Organization Inc. and 2016 U.S. presidential candidate, speaks during a press conference at The Family Leadership Summit in Ames, Iowa, U.S., on Saturday, July 18, 2015. The sponsor, The FAMiLY LEADER, is a "pro-family, pro-marriage, pro-life organization which champions the principle that God is the ultimate leader of the family." Photographer: Daniel Acker/Bloomberg via Getty Images

WASHINGTON – Il livello di consenso di Donald Trump registra un nuovo record negativo: il 36%, secondo un sondaggio Gallup, successivamente al naufragio della riforma sanitaria repubblicana. Nei giorni prima era del 41%, proprio nel giorno in cui firma ieri un ennesimo decreto che raccomanda all’Ente per la Protezione Ambientale e a tutte le agenzie interessate una revisione dei regolamenti vigenti.

Il presidente vuole un taglio di forbici alle norme non richieste da una legge e formulate autonomamente dall’esecutivo, e a quelle che interferiscono con gli interessi della crescita industriale degli Stati Uniti. Al via tutti gli emendamenti del governo americano, ed ora l’ opposizione chiede ora la testa del presidente della commissione Intelligence Devin Nunes, dopo che questi ha cancellato dal calendario la testimonianza chiave tra le altre dell’ex vice ministro per la Giustizia Sally Yates. Yates aveva annunciato che avrebbe contraddetto in aula la tesi vittimista della Casa Bianca.

Manca poco ai primi 100 giorni del premier americano, ma sembrerebbe che i primi 100 giorni registrano un nuovo record negativo di popolarità, di Trump che è di due punti sotto quello di Barack Obama (38% nel 2011 e nel 2014) e uno sotto quello di Bill Clinton (37% nell’estate del 1993). Altri presidenti hanno fatto peggio di lui nel corso dei loro mandati: Richard Nixon (24%), George W. Bush (25%), Jimmy Carter (28%), George H.W. Bush (29%) e Ronald Reagan (35%)