Home Spettacoli Addio a Fabrizio Frizzi, volto pulito e onesto della televisione Italiana

Addio a Fabrizio Frizzi, volto pulito e onesto della televisione Italiana

Tutti questa mattina ci siamo svegliati con una notizia che mai avremmo voluto sentire: Fabrizio Frizzi è morto. Il decesso è avvenuto questa notte presso l’ospedale Sant’Andrea di Roma in seguito a una emorragia cerebrale. Lascia la sua moglie Carlotta Mantovan, conosciuta durante la sua conduzione di Miss Italia nel 2001, insieme alla piccola figlia Stella, di soli 5 anni.

Dunque non è riuscito a sconfiggere il male che lo attanagliava a tal punto da aver già subito un malore lo scorso ottobre mentre già stava registrando le puntate del game show L’Eredità. A riguardo, ha pubblicamente affermato di voler diventare un testimonial della ricerca nel caso in cui fosse riuscito a sconfiggere la sua malattia.

Comunque, nelle settimane successive ha affrontato le cure necessarie, che gli hanno consentito di tornare alla guida del game poco prima delle festività natalizie. In quel momento, un grande momento fraterno si è avuto davanti alle telecamere con Carlo Conti, suo sostituto in quel periodo.

Tutti in queste ore lo stanno ricordando, come fosse una persona di famiglia, per via della sua enorme umanità, continuamente manifestata. Infatti eravamo abituati a vederlo sul piccolo schermo sin dal 1980, quando conduceva il gioco a premi su Raidue Il Barattolo, poi si erano susseguiti altri programmi, fino allo sbarco in prima serata sul Raiuno con il varietà Europa Europa nel 1989. Di lì in poi, il suo successo si rinforzò con lo show Scommettiamo che, nonché come conduttore di Miss Italia per svariate edizioni dal 1988 al 2002 e poi di nuovo nel 2011 e nel 2012.

Inoltre si è rivelato essere un personaggio molto amato da ragazzi e bambini, specialmente grazie al doppiaggio di Woody nella celebre saga di film di animazione Toy Story.

Nella sua lunga esistenza si è sempre poi mostrato vicino alle persone bisognose, conducendo per anni la maratona di solidarietà Telethon, un’altra famosa iniziativa benefica quale La partita del cuore. A riprova di ciò, nel 2013 ha rivelato che nel passato aveva donato il midollo ad una bambina con condizioni di salute preoccupanti e che solo sei anni dopo l’intervento, al termine de La Partita nel cuore, la ragazza era andata a salutarlo, capendo subito di chi si trattasse.

Nella sua vita, però, Frizzi è riuscito a combattere ogni tipo di problema, anche di natura professionale. Infatti dopo Miss Italia 2002, Frizzi ruppe con la Rai, dopo che l’allora direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce dichiarò pubblicamente di essersi annoiato con la sua conduzione.

Di lì, ebbe una breve esperienza a Mediaset per poi ritornare in Rai nell’autunno 2003. Da quel periodo, si può tranquillamente affermare che fece di nuovo la gavetta per tornare ai suoi fasti. Infatti ha presentato sia i programmi del mattino su Raidue che su Raitre all’inizio degli anni 2000, ha partecipato alla prima edizione di Ballando con le stelle.

Le grandi luci della ribalta si riaccesero, però, soltanto nel 2007, con la conduzione dell’access prime-time estivo Soliti Ignoti, che ad alterni periodi presentò fino al 2012. (Al momento, è condotto da Amadeus). Da quel momento, altre conduzioni, la partecipazione a Tale e quale show nel 2013 fino alla scelta di affidargli L’Eredità nel marzo 2014.

Purtroppo ci lascia un presentatore molto amato, pieno di rispetto ed educazione nei confronti del pubblico, davvero un uomo d’altri tempi.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva