Home Scienza e Tech Amazon progetta e brevetta magazzini “in volo” consegne rapide coi droni

Amazon progetta e brevetta magazzini “in volo” consegne rapide coi droni

L’innovazione passa sempre per lo stupore, Amazon sta diventando sempre più maestra nel regalarci tecnologia estremamente futuristica. Cosi avanzata che guardando il mondo di oggi con gli occhi di ieri, sembriamo degli extraterrestri.

Amazon ha l’innovazione nel DNA, quando si tratta di lanciare progetti futuristici il colosso delle vendite online non si tira mai indietro, anzi è sempre in prima linea per migliorarsi e soprattutto migliorare l’esperienza del consumatore.

Da sempre siamo abituati alle classiche consegne effettuate dal corriere, tutto superato, l’idea di Amazon è molto semplice, automatizzare tutto, dai Droni consegna pacchi a veri e propri “magazzini volanti“, un progetto già brevettato nel 2014.

Ma di cosa si tratta realmente? Il progetto è decisamente futuristico ed ambizioso, l’azienda di e-commerce più conosciuta al mondo li ha chiamati AFC (da Airborne Fulfillment Center), una sorta di centro di smistamento nel cielo.

Nel documento riportato dal sito TechCrunch, si parla di un velivolo, molto simile ad un dirigibile anni 70, destinato allo stoccaggio dei prodotti in vendita, capace di rimanere in volto oltre i 10 mila metri di altitudine.

Una postazione fissa a 10 mila metri di altitudine. #Amazon

L’obiettivo è molto più fattibile di quanto si pensi. Lo scopo in pratica sarà soprattutto quello di portare i beni vicino ai luoghi in cui secondo speciali algoritmi di Amazon si concentrerà in un certo momento un grande quantitativo di persone con richieste specifiche e da soddisfare in tempi brevi.

Magari durante una manifestazione sportiva, con migliaia di persone, “il dirigibile” sarà posizionato nell’aria dell’evento, in questo modo quando le persone faranno richiesta di qualche prodotto, ad esempio del cibo pronto o bevande, in brevissimo tempo potranno riceverlo. Un progetto geniale in ogni sua forma, molto funzionale soprattutto nelle grandi aree metropolitane, dove gli eventi, concerti, manifestazioni sono all’ordine del giorno. In due click direttamente dal “cielo” si paga e si riceve il prodotto.

Chiaramente i dubbi sono tanti, ma ogni nuova tecnologia inizialmente è stata accolta in maniera “sospetta”, ma ricordiamoci che oggi abbiamo smartphone ultra tecnologici, auto che si guidano da sole, auto elettriche. Ed è stata proprio Amazon a lanciare il progetto di droni corrieri, che lentamente sta prendendo piede Appena prima di Natale il colosso di vendite ha divulgato un video che documenta la prima consegna “vera” con un drone effettuata nell’ambito della sperimentazione in atto nell’area di Cambridge, nel Regno Unito. Bisogna solo attendere!