Home Salute Vaccini contro il diabete, al via la speriemtazione

Vaccini contro il diabete, al via la speriemtazione

Salute –  In Germania partirà la prima somministrazione per via orale un vaccino ai bimbi dai 6-24 mesi ad alto rischio di malattia. A dare la notizia un gruppo di studiosi dell’Università Ludwig Maximilians di Monaco di Baviera, che ha avviato la seconda fase del test del vaccino contro il diabete giovanile. La prima fase di sperimentazione, effettuata su bimbi dai sei ai 24 mesi di età ad alto rischio di malattia, ha dato ottimi risultati in termini di sicurezza e tollerabilità. Il farmaco, a base di insulina, viene somministrato per via orale. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of American Medical Association.L’idea del vaccino preventivo nasce dal fatto che esiste una predisposizione genetica per il diabete: bambini con familiari ammalati sono ad alto rischio di ammalarsi a loro volta. Il vaccino si basa sulla somministrazione di dosi crescenti di insulina (da 7,5 mg a 67,5 mg) per “abituare” gradualmente l’organismo e scongiurare il pericolo di una reazione autoimmunitaria. La scelta della via orale consente all’insulina di passare per il tratto digerente dove viene “sminuzzata” in frammenti che il sistema immunitario impara a riconoscere come innocui.

La malattia – Il diabete giovanile, detto anche di tipo uno o insulino-dipendente, è una malattia autoimmune: il sistema immunitario va in tilt e causa la distruzione della parte del pancreas deputata alla produzione dell’ormone. Il paziente è costretto quindi ad assumere insulina per regolare il livello di zuccheri nel sangue. Si tratta di una malattia che di solito fa il suo esordio in giovane età.
La sperimentazione per il vaccino tedesco è soltanto l’ultima conquista realizzata nell’ambito della ricerca contro il diabete, che recentemente ha registrato tappe importanti: dal tatuaggio che misura la glicemia al farmaco che non utilizza insulina, passando per il diffusore “intelligente”. Una recente indagine condotta da Anci Liguria, Federsanità e Fiaso ha rivelato che in Italia sono circa tre milioni le persone affette da diabete, ma un terzo di queste non ne è consapevole. (fonte tgcom24)