Taranto un cabina di regia contro il caporalato e per lo sviluppo agricolo

Taranto – Una “Cabina di regia” sul tema del rispetto delle regole nel settore agricolo, che in Puglia e nel territorio ionico è elemento essenziale di sviluppo dell’economia, è stato istituito ieri dal prefetto di Taranto Donato Cafagna.
Ne fanno parte le organizzazioni sindacali di categoria e datoriali, l’Agenzia del Lavoro e Formazione Professionale, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro, l’ASL ed il Dipartimento di Prevenzione, i sindaci dei comuni maggiormente interessati.

Nel settore agricolo il principio di legalità si estrinseca nella tutela delle esigenze di sicurezza degli operatori del settore, soprattutto nelle fasi stagionali, quando i raccolti possono essere oggetto di atti di danneggiamento e di furto, e nell’imporre un’azione di contrasto coordinato allo sfruttamento dei lavoratori attraverso la lotta al caporalato.

Ciò significa attuare una strategia complessiva che coinvolga tutte le istituzioni interessate e dare quindi una compiuta attuazione alle recenti disposizioni normative.

La Cabina ha già condiviso un Piano provinciale d’intervento articolato su tre obiettivi: promozione della legalità e della sicurezza nei rapporti di lavoro; diffusione e valorizzazione di buone pratiche anche ai fini dell’inserimento in reti di qualità delle aziende agricole; prevenzione e contrasto delle attività illecite in danno del sistema produttivo agricolo, nonchè una serie di misure concrete che impegnano tutti i protagonisti nel comparto agricolo.

Tra queste è da segnalare l’apertura di infopoint locali per gli operatori agricoli e l’istituzione della task-force per il contrasto alle attività illecite.