Squadra antimafia 7 Calcaterra e Cantalupo, continuano la giustizia fai da te

La trama dell’episodio in onda mercoledì 21 ottobre 2015 su Canale 5 riguarda Sandro che indaga sul caso di Don Manzini, il sacerdote corrotto al quale Calcaterra ha sparato. Calcaterra continua a stare male i dolori alla testa, risvegliano il suo lato oscuro.Il commissario infatti continua a fare giustizia a colpi di pistola, uccidendo tutti gli impuniti, i criminali che la passerebbero franca. Sciuto e Pietrangeli sono sempre più preoccupati per le sue condizioni di salute ma ancora non sono riusciti a collegare questi omicidi con Calcaterra: probabilmente non voglio vedere quello che succede sotto i loro occhi. Anche Anna Cantalupo continua la sua vendetta si mette nei guai per cercare di avere vendetta nei confronti del suo defunto marito: la squadra quindi è costretta a mettersi alla ricerca di Tempofosco tenuto ‘in ostaggio’ dalla collega che vuole agire da sola per fermare Torrisi. Nel frattempo gli accordi tra Saverio Torrisi e Rachele Ragno riguardanti il gasdotto italo-kazako proseguono. Purtroppo il baratro della legalità della duomo diventa ambivalente, la Duomo arriva sempre tardi. Calcaterra e Anna, delusi dai percorsi cosiddetti legali, anche perchè inquinati, cercano di agire da soli con iniziative personali. Sullo sfondo si intravede Rosy Abate, presenza non presenza. Vedremo, certi che Valsecchi non deluderà gli appassionati della serie. Non ci resta che aspettare il consueto appuntamento mercoledì 21 ottobre 2015 su Canale 5.