Home Politica Regionali,De Luca contrattacca : Vogliono bloccarmi, denuncio Rosy Bindi

Regionali,De Luca contrattacca : Vogliono bloccarmi, denuncio Rosy Bindi

Nell’ultima giornata di campagna elettorale, ho appreso che la signora Rosy Bindi segnala il mio nome tra gli ‪#‎impresentabili‬ in relazione ad una vicenda giudiziaria di 17 anni fa, relativa alla vertenza di lavoro degli operai dell’Ideal Standard. Ho già dato mandato al mio legale di querelare per diffamazione la signora Bindi.

Premesso che tutti gli atti amministrativi in questione sono stati sollecitati dal Prefetto dell’epoca e dalle organizzazioni sindacali, io ho rinunciato alla prescrizione e sono orgoglioso di aver le preso decisioni urbanistiche necessarie a salvare 250 lavoratori dell’Ideal Standard. Oggi rifarei tutti gli atti esattamente come 17 anni fa. Inoltre, l’ipotesi di “concussione” che mi riguarda è relativa ad oneri di urbanizzazione richiesti a vantaggio del Comune, e calcolati dall’ufficio tecnico.

 

ELEZIONI REGIONALI CAMPANIA- RISULTATI DEFINITIVI

Sfido la signora Bindi ad un dibattito pubblico entro la mattinata di domani, per poterla sbugiardare e dimostrare che l’unica impresentabile è proprio lei, pia Donna di Potere, che ha utilizzato fra i suoi sponsor politici uno dei peggiori esponenti della clientela politica in Campania, massimo produttore del debito sanitario, di cui illustrerò opere e virtù nel corso del confronto.

Per il resto è sempre più evidente che questa campagna di aggressione vuole essere un vile ed irresponsabile attacco a Renzi, e che la politica politicante – in modo trasversale – è terrorizzata dalla paura che Vincenzo De Luca possa governare la Campania, e fare piazza pulita. Perderanno comunque. ‪#‎aTestaAlta‬

In queste settimane hanno fatto di tutto per bloccarmi, ma la verità è che hanno paura che Vincenzo De Luca arrivi alla Regione e faccia piazza pulita. Hanno tentato cose inimmaginabili, dalle aggressioni mediatiche alla diffamazione, ma voi sapete che se c’è una persona in grado di tenere fuori dalle istituzioni i delinquenti, questa persona sono io. Lo sapete dalla mia esperienza e dalla testimonianza di vita e di lavoro.

Abbiamo bisogno di una mobilitazione straordinaria. Non può essere sprecato nessun voto. Voglio fare appello a chi vorrebbe magari esprime un voto di rabbia o di protesta: se c’è qualcuno che può interpretare la rabbia dei cittadini contro la politica politicante, questo qualcuno è chi vi parla.

Mi appello a voi perché facciate uno sforzo finale di mobilitazione, e vedrete che dal 31 maggio avrà inizio una nuova storia per Napoli, per Salerno, per Avellino, per Caserta, per Benevento e per la Campania intera.