Succhi di frutta con troppo zucchero: a rischio salute dei bambini

Troppo zucchero nei succhi di frutta per i bambini: l’allarme dei ricercatori

Uno studio condotto dall’ Università di Liverpool in collaborazione con la Queen Mary University of London, rivela come in molti succhi di frutta, ed altri prodotti alimentari dedicati soprattutto ai bambini, sia presente una elevata quantità di zuccheri,decisamente oltre la media dei limiti consentiti. Lo studio, pubblicato sulla rivista BMJ , ha analizzato, con la massima accuratezza decine di prodotti presenti nei supermercati, i risultati non sono stato di certo incoraggianti. Nello specifico sono stati analizzati a tappeto succhi di frutta, frullati e yogurt, insomma tutti quei prodotti utilizzati per la colazione o la merenda pomeridiana, soprattutto per i più piccoli.

Prendendo in esame solo la categoria succhi di frutta, dallo studio sarebbero emersi dati sconcertanti. In alcuni dei 160 succhi analizzati (di diverse marche), la quantità di zuccheri contenuta in essi, era pari o superiore alla dose massima giornaliera raccomandata per un bambino, ovvero 19 grammi. In alcuni casi si è raggiunto per soli 200ml di prodotti anche 21,4 grammi di zuccheri, ben oltre il 19 grammi giornalieri raccomandati.

Si tratta di quantità di zuccheri, eccessive per i bambini, considerando che la dose consigliata, dovrebbe comprendere tutti gli zuccheri inclusi quelli dei pasti.Per rendere l’idea basterebbero 3 succhi di frutta per assimilare 60 grammi di zucchero.

I consigli dell’esperto

“I genitori dovrebbero diluire i succhi di frutta con l’acqua, optare per dei succhi di frutta meno zuccherati e darli ai bambini soltanto durante i pasti. Le porzioni dovrebbero essere limitate a 150 ml al giorno. “Per cercare di contrastare i sempre più elevati problemi di obesità infantile, i produttori dovrebbero smetterla di aggiungere zucchero non necessario e calorie ai loro alimenti con il solo scopo di “addolcire” il proprio prodotto. E’ essenziale a questo punto, che il Governo introduca una legge per regolare la quantità di zucchero contenuto anche in questi prodotti.” conclude uno dei ricercatori. Gli autori della ricerca consigliano ai genitori quindi di limitare il consumo di questi prodotti, diluendoli in acqua o sostituendoli il più possibile con frutta fresca intera.


Le informazioni riportate su contattolab.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini o diagnosi cliniche, non sono suggerimenti o inviti all’assunzione o sospensione di farmaci.Non sostituiscono in alcun caso i consigli medici. 

LEGGI ANCHE

Il CROAS Campania riflette sulle sfide della Sanità Pubblica al Forum Risk Management di Arezzo

Nel corso del 18° Forum Risk Management, la Sanità Pubblica e le sue complessità sono state il fulcro del dibattito, evidenziando le sfide cruciali...

Infarto giovanile: cause, fattori di rischio e prevenzione

L'infarto, una volta considerato una malattia tipica della vecchiaia, sta diventando sempre più comune anche tra i giovani sotto i 50 anni. Gli infarti...

Come Rimuovere un Tatuaggio in Italia: Costi, Probabilità di Successo e Rischi

Se stai pensando di rimuovere un tatuaggio, probabilmente ti starai chiedendo quali sono le opzioni disponibili, quanto costerà la rimozione e quali sono le...

Come recuperare il benessere dopo le feste di Natale: alimenti salutari e consigli per tornare in forma

Dopo le feste di Natale, è normale sentirsi un po' appesantiti a causa dei cibi elaborati e delle bevande alcoliche consumate durante le festività....

La pasta amica della dieta: non fa ingrassare, aiuta a dimagrire pancia e fianchi

Per decenni la pasta è stata bandita dalle nostre tavole e additata come il nostro nemico principale quando ci sediamo a tavola. Da decenni...

Come prevenire l’osteoporosi con la giusta idratazione

Una corretta idratazione contribuisce a favorire il benessere psico-fisico dell'individuo: dalla pelle, alla digestione, dalla vista, al sonno, l'acqua è un elemento fondamentale per...

Infarto silenzioso: spesso colpisce in modo asintomatico, sfugge alle cure e può colpire tutti

L'infarto è una delle patologie più diffuse e pericolose ad oggi diagnosticate in medicina. Le ragioni sono piuttosto semplici, l'infarto è una malattia subdola,...

Infarto: sempre più giovani vittime di attacco di cuore. Sintomi e le cause

L’età media delle persone colpite da infarto negli ultimi anni si è abbassata notevolmente, il dato infatti, scende dai 64 ai 60 anni di età. Tuttavia,...

Dimagrire dopo le feste di Natale? Consigli per una dieta Detox

Possiamo rinunciare a tutto, magari seguiamo una dieta rigida per 350 giorni, tanti sacrifici per mantenerci in salute, pratichiamo sport, seguiamo uno stile di...

Come tornare in forma dopo le abbuffate di Natale.

Trascorsi Natale e Capodanno ,le "abbuffate" di questi giorni ci hanno allietato la mente e purtroppo anche ....il fisico! Il freddo eccessivo ed il maltempo...

Attacco cardiaco, 8 segnali da non sottovalutare per anticipare l’infarto.

L'infarto resta una delle patologie più diffuse al mondo, ma sappiamo con esattezza di cosa si tratta? Quali sono le cause che provocano l'attacco...

Terza dose Vaccino anti-covid dal 20 settembre, ecco chi la riceverà

Da lunedì 20 settembre 2021 si parte con la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid, con priorità per trapiantati e immunocompromessi. Dopo il...

Ritorno a Scuola, bere molta acqua aiuta la concentrazione

Dopo un anno e mezzo di DAD, è giunto il momento di riprendere in presenza le lezioni per bambini e ragazzi. Anche se ancora...

Gli effetti positivi di una corretta idratazione dopo aver assunto bevande alcoliche

Milano, 25 Agosto 2021 – Se è vero che bere un bicchiere di vino o una birra non ha mai fatto male a nessuno,...

Cresce la campagna anti-Covid, nonostante i NoVax e l’incognita varianti

In italia procede bene la campagna di vaccinazione: pur in questo clima rovente agostano si registra una buona frequenza negli hub (precisione teutonica in...