Home Salute Trapianto rivoluzionario e innovativo. Rene al posto della Milza su Bimba di...

Trapianto rivoluzionario e innovativo. Rene al posto della Milza su Bimba di 6 anni

Trapianto record al Molinette di Torino. Una bimba di 6 anni fare la pipì per la prima volta. Trapiantato un rene al posto della Milza.

La Chirurgia si conferma uno dei punti di forza dell’italia, tra ricercatori e interventi al limite del fantascientifico, la qualità raggiunta dai medici Italiani è unica al mondo. Ancora una volta protagonista l’Ospedale Molinette di Torino, oramai diventato il punto di riferimento mondiale quando si tratta di sperimentare con successo interventi mai eseguiti prima. Ricordiamo ad esempio il primo trapianto di reni con paziente sveglio, o il primo cuore bionico.

Insomma tutto si può dire dell’Italia, ma quando si tratta del comparto medico tutti devono mettersi in fila. Stati Uniti compresi. Per la prima volta al mondo trapiantato un rene al posto della milza con una tecnica innovativa e rivoluzionaria su una bimba, che dalla nascita non ha potuto bere ed urinare, presso l’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino. R. è una bimba di 6 anni in dialisi dalla nascita presso l’ospedale Infantile Regina Margherita di Torino per una rarissima anomalia dello sviluppo del rene, associata ad una complessa malformazione dei vasi sanguigni addominali.

PUBBLICITÀ

Era già stato tentato un trapianto di rene nell’agosto 2014, che purtroppo non aveva ripreso a funzionare a causa delle anomalie vascolari. Il sistema immunitario della bambina aveva però risposto in maniera vigorosa allo stimolo rappresentato dalle caratteristiche tessutali incompatibili del rene trapiantato. Un ulteriore trapianto di rene risultava dunque molto problematico, sia per la complessità del collegamento vascolare con la piccola ricevente, sia per la necessità di reperire un organo particolarmente compatibile.

Nella notte tra il 9 ed il 10 dicembre la bimba è stata trapiantata. Per poter creare lo spazio necessario per il nuovo rene, è stata applicata una tecnica chirurgica innovativa e rivoluzionaria che ha comportato l’asportazione della milza e l’impianto del rene sui vasi splenici della stessa milza lungo il loro decorso dietro al pancreas.

L’uretere del rene trapiantato (sufficientemente lungo grazie alle dimensioni del donatore superiori rispetto alla statura della piccola) è stato poi impiantato direttamente sulla vescica. La bambina ora sta molto bene, ha ripreso ad urinare immediatamente e finalmente a bere dopo sei anni di anuria e di divieto assoluto di bere, diventato ormai insostenibile.

Dopo pochi giorni in terapia intensiva nel reparto trapianti di fegato delle Molinette verrà a breve trasferita nuovamente al Centro di trapianto renale del Regina Margherita. Il suo trapianto è l’esempio della collaborazione di numerosi professionisti del trapianto – ognuno con le proprie competenze ed esperienze – della Città della Salute e della Scienza di Torino per completarsi con quelli della Rete nazionale di donazione e trapianto.