Home Territorio Montoro, Giannattasio a SEL : “il bene comune è superiore ai singoli...

Montoro, Giannattasio a SEL : “il bene comune è superiore ai singoli interessi”

Montoro – Ho sempre creduto che la politica è un’arte nobile al servizio dei cittadini e la sinistra con i suoi valori e ideali universali un baluardo irrinunciabile della nostra democrazia. Proprio per questo, ma anche perché detesto la sinistra dei fratelli coltelli, finora ho fatto finta di non ascoltare e di non leggere i comunicati da cantastorie di due sedicenti Che Guevara nostrani accecati da un ingiustificato quanto irrazionale rancore personale verso chi scrive e nei confronti dell’Amministrazione Bianchino. Tanta inimicizia e aggressività molto spesso ha portato costoro a difendere e condividere le posizioni della minoranza consiliare, addirittura, di quella parte destroide e reazionaria che inneggia al ventennio e onora i simboli e le bandiere del nazifascismo. Desidero semplicemente ricordare a questi simpatici, ma purtroppo anacronistici, tuttologi della rivoluzione, dell’etica, dell’ideologia fine a se stessa, che si animano e si dimenano nell’aridità del loro pensiero, negando o cercando di intaccare con astrazioni e falsità l’altrui dignità, che la storia vera ed autentica di Montoro è stata scritta e costruita con il sacrificio silenzioso, con il senso di responsabilità, di tanti amministratori e cittadini onesti che prima e dopo il triste evento sismico del 1980 hanno saputo far rivivere e ricostruire tutto quello che altri hanno dilapidato, abusato, violentato, e oltraggiato, contro ogni regola di convivenza civile e di buon governo della Cosa pubblica. Il Bene comune non è la formula magica ed esclusiva di qualche apprendista stregone, ma condividendo intimamente le parole di Papa Francesco pronunciate durante il suo recente viaggio in Bolivia: “Il Bene comune è per noi superiore alla somma dei singoli interessi, è un passaggio da ciò che è meglio per me a ciò che è meglio per tutti e comprende tutto ciò che dà coesione ad un popolo, obiettivi comuni, valori condivisi, ideali che aiutano ad alzare lo sguardo al di là di orizzonti individuali”. Credo che non debba e non possa aggiungere altro se non che tutto è umanamente perfettibile e criticabile, quando si è in buona fede, ma sono oltremodo convinto che la prima Amministrazione della Città di Montoro guidata dal Sindaco Mario Bianchino ha intrapreso con decisione questo sentiero virtuoso, di speranza e di fiducia verso l’intera collettività, e saranno i fatti gli unici giudici imparziali e insindacabili che lo accerteranno in un futuro a noi vicino.

Comunicato di Oscar Giannattasio

PUBBLICITÀ