Home Salute Lo smog ci sta uccidendo? come difendere bambini e proteggere la pelle

Lo smog ci sta uccidendo? come difendere bambini e proteggere la pelle

Allarme smog, come proteggersi e limitare i danni delle polveri sottili

Morire di smog? sembra assurdo ma diventa sempre più frequente, secondo i dati riportati dall’Agenzia europea dell’ambiente (Aea) l’inquinamento dell’aria provoca ogni anno solo in Italia circa 84.400 morti premature.Come cercare di proteggersi da questo problema tanto importante quanto nascosto? ecco alcuni consigli degli esperti per proteggere la propria salute e quella dei bambini.

Lo smog può essere fatale per alcune fasce deboli, e può danneggiare alcune zone sensibili della pelle come viso e mani.

Dunque delle 84.400 morti premature, sono i più piccoli e gli anziani a subirne le maggiori conseguenze, infatti lo smog condiziona in modo importante l’aggravarsi di alcune patologie cardiache e della circolazione sanguigna.

PUBBLICITÀ

Il direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo), Roberto Orecchia, ci consiglia alcune soluzioni.

Ambienti aperti e ventilati
Evitare di rinchiudere la casa come fosse un penitenziario, lasciare ventilare gli ambienti domestici la mattina presto e la sera prima di andare a dormire, sono i momenti della giornata dove l’aria è meno rarefatta e più pulita.

Fare sport,soprattutto aerobico
Due benefici in uno, snellirsi e migliorare la salute del cuore e dei polmoni, eliminando dunque tramite sudore le scorie in eccesso, uno sport aerobico che possa aiutare a mantenere un equilibrio nel corso del tempo.

Passeggini alti,evitare il traffico
Proteggere i bambini più piccoli, usando passeggini alti, che siano al di sopra dei tubi di scappamento delle auto, evitare tragitti troppo trafficati da auto e motocicli e soprattutto evitare di passeggiare nelle ore di maggior traffico.

PUBBLICITÀ

Uscite intelligenti
Concedetevi almeno una volta a settimana un’uscita di qualche ora in zone di montagna o di mare, allontanandovi il più possibile dalle città, respirare aria pura per alcune ore aiuta tantissimo l’organismo a rigenerarsi e purificarsi.

Allarme smog, colpisce anche la pelle

Oramai le polveri sottili stanno invadendo in modo eccessivo la maggior parte delle città, a subirne le conseguenze anche l’aspetto estetico, infatti, provocano invecchiamento rapido dei tessuti, allergie e dermatiti. Secondo uno studio pubblicato su Journal for investigative dermatology, smog e inquinanti favoriscono l’aumento fino al 20% dell’insorgenza correlata di macchie sulla pelle e rughe. Norma Cameli, responsabile di Dermatologia estetica del San Gallicano di Roma: “Polveri sottili e smog favoriscono la produzione – spiega la dermatologa – di radicali liberi e metalloproteasi, enzimi che degradano il tessuto connettivo”. Bisogna quindi, secondo la dottoressa usare tante piccole accortezze, dal coprirsi bene quando si esce in zone eccessivamente inquinanti,mangiare tanta frutta e verdura a tavola, lavare i capelli tutti i giorni e pulire accuratamente il viso.