Home Cultura La statua Atleta Vittorioso di Fano, attribuita a Lisippo, resta ancora al...

La statua Atleta Vittorioso di Fano, attribuita a Lisippo, resta ancora al Paul Getty Museum

Dopo otto anni di battaglie legali la Cassazione azzera tutto e si inizia daccapo.

La Corte di Cassazione annulla l’ordinanza di confisca dell’Atleta Vittorioso di Fano, statua attribuita a Lisippo, il bronzo ripescato da un peschereccio nelle acque prospicienti la cittadina di Fano (PU) e poi illegalmente acquistato dal Paul Getty Museum di Malibù in California (USA).
Si tratta di una delle numerose opere d’arte esportate clandestinamente ed appartenenti allo Stato Italiano.

Il bronzo fu ripescato casualmente al largo di Fano, nel 1961, da un peschereccio italiano e nel 1977 fu acquistato dal Getty Museum, per circa quattro milioni di dollari.
Nel 1978 Jiri Frel attribuì l’opera a celebre scultore greco Lisippo del IV sec. a.C..

La sentenza della Cassazione rende vano otto anni di battaglie per riportare in Italia la statua dell’Atleta Vittorioso di Fano, infatti dopo due confische stabilite dalla magistratura italiana, la decisione della Cassazione azzera tutto, anche se la decisione della Cassazione era attesa, dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale che ha ritenuto nulle le udienze in camera di consiglio a Pesaro per vizio procedurale.
Il caso torna così all’inizio dell’iter giudiziario.

Stefano Orga