Home Salute Capodanno 2016, Codacons avverte i sindaci: Vietare i botti di fine anno

Capodanno 2016, Codacons avverte i sindaci: Vietare i botti di fine anno

Botti di capodanno illegali avellino

MOLTI COMUNI HANNO ADERITO ALL’APPELLO DELL’ASSOCIAZIONE, CHE CHIEDE OGGI ALLE FORZE DELL’ORDINE UN TOUR DE FORCE PER SEQUESTRARE I BOTTI PERICOLOSI


DENUNCIARE CHI FA ESPLODERE PETARDI E ALTRI MATERIALI PERICOLOSI


Vietare i botti di Capodanno in tutti i comuni d’Italia. Lo ribadisce oggi il Codacons, che diffida gli 8000 sindaci italiani a disporre il divieto sul proprio territorio ai fuochi d’artificio in occasione dell’ultimo dell’anno.
Già molti comuni hanno risposto al nostro appello lanciato negli ultimi giorni, emanando delibere che vietano i botti nella notte del 31 dicembre – spiega l’associazione – Ma occorre fare di più. Ogni 1 gennaio si fa la triste conta di vittime e feriti in Italia legati all’uso di petardi e altri materiali fatti esplodere per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Molti Comuni hanno deciso di porre uno stop alla scia di sangue che puntualmente si registra a Capodanno, emettendo ordinanze che vietano i botti accogliendo il nostro appello. Chiediamo oggi a tutti i sindaci di adeguarsi a tale misura di civiltà e fare altrettanto, attraverso provvedimenti di divieto che tutelino prima di tutto la salute umana.
Il Codacons chiede inoltre a Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza un tour de force e uno speciale dispiegamento di forze nei giorni 30 e 31 dicembre per effettuare controlli e sequestrare i botti pericolosi in tutte le città d’Italia.
“Chi mette a rischio la vita propria e quella degli altri va denunciato – prosegue Rienzi – Per questo invitiamo anche i cittadini a fotografare chi fa esplodere botti e segnalare i responsabili alle forze dell’ordine”.