Home Italia & Esteri Hollande, la Francia è in Guerra, l’Europa intervenga con noi

Hollande, la Francia è in Guerra, l’Europa intervenga con noi

Esteri – Nella sala dei congressi di Versailles, il presidente Francese, Francois Hollande, in parlamento dichiara tra gli obiettivi prioritari, quello di abbattere l’Isis. “Quella che viviamo non è una guerra di civiltà perché questi assassini non ci rappresentano, ma ci troviamo comunque coinvolti in una guerra contro il terrorismo di matrice jihadista che minaccia tutto il mondo. Nei prossimi giorni incontrerò il presidente Obama e il presidente Putin per convinverli a partecipare a una forza congiunta”, le dichiarazioni di Hollande. Tra gli obiettivi militari,il presidente francese Hollande ha annunciato il dispiegamento della portaerei Charles De Gaulle nel mediterraneo orientale, perchè le operazioni non avranno tregua. La Francia lotterà ovunque ci siano i terroristi, ha proseguito Hollande, chiederà all’Onu una risoluzione contro il terrorismo perché occorre una unica, grande coalizione che intervenga in Siria dove ora verranno intensificati i raid e le operazioni militari. Riguardo all’Isis aggiunge ”
l’Isis ci combatte perché siamo il paese dei Diritti dell’uomo», «siamo in guerra» e la guerra richiede di «far evolvere la Costituzione» francese «per combattere il terrorismo» anche «dei francesi contro i francesi». Ha chiesto al Parlamento più poteri per il presidente per sconfiggere la piaga che, venerdì sera, ha portato a una nuova serie di attentati che hanno colpito Parigi. Sul fronte internazionale, ed europero Hollande chiede all’Europa controlli più rigidi ed efficaci ai confini esterni rivendicando la solidarietà dei paesei membri dell’Ue, di fronte alla strage compiuta dai terroristi dell’Isis venerdì notte. «Non è un nemico della Francia ma dell’Europa», ha affermato il presidente francese Hollande.