Home Salute Gran Bretagna, ok agli embrioni umani geneticamente modificati

Gran Bretagna, ok agli embrioni umani geneticamente modificati

LONDRA – Gli scienziati britannici hanno ricevuto l’ok per la sperimentazione e modifica dei  geni di embrioni umani a scopo di ricerca, usando una tecnica che secondo alcuni potrebbe essere impiegata per creare “bambini su ordinazione”. La ricercatrice Kathy Niakan, specializzata in cellule staminali del Francis Crick Institute, ha ottenuto l’autorizzazione a condurre esperimenti di questo tipo. “L’Autorità per la Fertilizzazione e l’Embriologia Umana (HFEA) ha approvato un’applicazione di ricerca del Francis Crick Institute per usare nuove tecniche di modifica genetica su embrioni umani”, lo studio svilupperà l’osservazione sui  primi giorni di sviluppo di un uovo fertilizzato, da una singola cellula a circa 250 cellule”. Niakan si avvalerà di un programma dcon la tecnologia CRISPR-Cas9, che ha già ricevuto dure critiche a livello internazionale per il timore che possa essere usata per creare “bambini su ordinazione”. La ricercatrice ha comunque negato di voler alterare geneticamente gli embrioni per l’uso nella riproduzione umana: il suo interesse invece è quello di capire lo sviluppo dell’embrione, allo scopo, in futuro, di migliorare i trattamenti contro l’infertilità”.