Home Cultura Fino all’8 maggio presso il Museo dell’Ara Pacis a Roma Toulouse-Lautrec

Fino all’8 maggio presso il Museo dell’Ara Pacis a Roma Toulouse-Lautrec

Il più bohémien dei Post-Impressionisti

Presso il Museo dell’Ara Pacis di Roma una grande mostra su Toulouse-Lautrec, il pittore bohémien della Parigi di fine Ottocento, che ripercorre la vita dell’artista dal 1891 al 1900, poco prima della sua morte avvenuta a soli 36 anni.
L’esposizione propone circa 170 litografie provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest (Ungheria).

Attraverso questa mostra sarà possibile conoscere a tutto tondo l’opera grafica di Toulouse-Lautrec (1864-1901): manifesti, illustrazioni, copertine di spartiti e locandine, alcune delle quali sono autentiche rarità perché stampate in tirature limitate, firmate e numerate e corredate dalla dedica dell’artista.

L’itinerario dell’esposizione è scandito in cinque sezioni tematiche e tiene conto delle esperienze formative, artistiche e intellettuali del grande artista francese: partendo dalle opere dei primi anni della produzione artistica di Toulouse, sotto l’egida del suo maestro René Princeteau (1843-1914), a quelle del primo periodo parigino dove forte è l’influenza del quartiere di Montmartre con Léon Bonnat (1833-1922) e Fernand Cormon (1845-1924), in un percorso che dal realismo degli studi accademici sfocia nelle influenze umoristiche e avanguardistiche degli “Artistes Incohérents” si giunge alle opere post-impressioniste realizzate dopo l’incontro con Théo van Rysselberghe (1862-1926) e con la pittura di Georges Seurat (1859-1891), Paul Gauguin (1848-1903), Vincent Van Gogh (1853-1890).

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 (con ingresso a pagamento).

Stefano Orga