Home Italia & Esteri Emergenza maltempo, venti fortissimi. Un Morto a Lucca

Emergenza maltempo, venti fortissimi. Un Morto a Lucca

Scuole chiuse a Prato e Pistoia. Danni, alberi caduti, tetti scoperchiati, cornicioni crollati: un migliaio di chiamate ai vigili del fuoco. Sospese alcune tratte ferroviarie, voli deviati dall’aeroporto di Peretola. Ingenti danni in Toscana spazzata dalla notte da un forte vento di burrasca, che ha raggiunto anche i 100 km/h. La situazione più critica è quella nel Pistoiese, ma sono state colpite anche Firenze, Prato, la Lucchesia e, sulla costa, la Versilia. Decine le chiamate ai vigili del fuoco per alberi caduti e tetti danneggiati. A Pistoia chiuse le scuole di ogni ordine e grado.

Cade masso, un morto in Lucchesia – Un automobilista di 41 anni è morto in località Diecimo, nel comune di Borgo a Mozzano (Lucca). Secondo le prime informazioni la sua Ford Focus è stata travolta da un masso staccatosi dalla parete sovrastante. Illesa la donna che era al suo fianco.

Prato, crollato tratto di mura – Le raffiche di vento forte hanno fatto crollare una porzione delle mura storiche della città di Prato: ci sono stati cedimenti al bastione San Giusto ed è crollato il muro di cinta del Conservatorio di San Niccolò, in via Dolce de’Mazzamuti.

Firenze. Chiuso viale Macchiavelli nel primo tratto per una serie di alberi caduti. Per lo stesso motivo è rimasta chiusa nella prima parte della mattinata via Pistoiese, via Pratese, via Vittorio Emanuele e viale del Poggio Imperiale. Interventi anche a piazzale Michelangelo e al Palazzo di Giustizia dove una guardiola è stata scaraventata contro la recinzione dei garage. Il Palazzo di Giustizia è stato chiuso. Due vigili del fuoco sono rimasti feriti nel fiorentino investiti da un palo di cemento. E’ accaduto nel Valdarno Fiorentino. Uno dei due ha ricevuto un colpo all’altezza della testa che ha provocato la rottura del casco protettivo. Entrambi coscienti, sono stati portati all’ospedale di Figline Valdarno per accertamenti. Le loro condizioni non sono gravi.

Alberi caduti sulla A12 – Fortissime raffiche di vento si sono abbattute anche sulla Versilia, causando anche qui la caduta di numerosi alberi. In particolare alcuni di questi si sono abbattuti sull’autostrada A12 Genova-Rosignano mandando in tilt il traffico.

Centinaia di alberi caduti in Versilia, tre feriti – Centinaia di alberi sono caduti nell’area della Versilia. Tre persone sono rimaste leggermente ferite per una pianta caduta su un’auto a Capezzano (Lucca).

Cinque feriti a Figline Valdarno – Cinque persone, fra cui 2 vigili del fuoco, sono rimaste ferite dopo essere state colpite da un palo di cemento a Figline Valdarno (Firenze). Nessuno sarebbe in pericolo di vita.

Interruzione energia elettrica in Versilia e nel Chianti fiorentino – Il vento ha anche causato l’interruzione di energia elettrica in alcune zone della Toscana: oltre a quelle della Versilia anche nel Chianti fiorentino.

Scuole chiuse in Versilia – Scuole di ogni ordine e grado chiuse nei comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Camaiore, Stazzema e Seravezza, in provincia di Lucca. La protezione civile provinciale invita i cittadini “a stazionare, per quanto possibile, in ambienti chiusi e spostarsi solo se strettamente necessario” per i problemi di transitabilità in molte strade, prestando la massima attenzione ad eventuali piante ed ostacoli trasportati sulle carreggiate.

Allerta alluvione a Senigallia, scuole chiuse – Allerta alluvione a Senigallia, dove le forti piogge delle ultime ore hanno fatto salire i livelli del fiume Misa e di vari torrenti. Le scuole della città resteranno chiuse per tutto il giorno, annullato il mercato settimanale e chiusi anche diversi negozi. Il Centro operativo comunale invita gli abitanti delle zone Porto, Portici Ercolani e Molino Mazzaranaa spostare le auto in sosta e a salire ai piani alti delle abitazioni.

Anche a Pescara le scuole restano chiuse – Caos maltempo a Pescara e in provincia, dove piove intensamente e incessantemente da mercoledì sera. Forti raffiche di vento sulla costa. Chiuse le scuole a Montesilvano (Pescara) e per due giorni a Città Sant’Angelo (Pescara). Nel capoluogo adriatico chiuse le golene Nord e Sud del fiume Pescara. In città e nei comuni limitrofi si registrano sottopassi allagati e strade invase dall’acqua ovunque, anche in zone che generalmente non risentono del maltempo.

Umbria, forti raffiche di vento e neve sugli Appennini – – Forte vento su gran parte dell’Umbria dove ha cominciato a nevicare sulla fascia appenninica della provincia di Perugia, dal confine nord fino a Forche Canapine di Norcia. Il vento sta creando problemi nella zona di Città di Castello, dove i vigili del fuoco sono impegnati per alberi caduti e tetti scoperchiati, ma anche alla circolazione dei mezzi pesanti sulle strade e alle linee elettriche. La sala operativa della protezione civile della Regione ha registrato raffiche di vento a 101 chilometri orari a Forche Canapine e a 50 sul Subasio nella zona di Assisi.

Autostrade. Difficili gli spostamenti in autostrada A11 Firenze-Mare ci sono sei chilometri di coda, code anche nel tratto da Calenzano a Roncobilaccio in AutoSole. Sono state sospese molte corse dei traghetti che collegano alle isole dell’arcipelago toscano.

Treni. Si registrano difficoltà anche per i treni, in particolare lungo la linea ferroviaria Tirrenica e altre linee minori di Toscana e Liguria. A causa della presenza di detriti sui binari la circolazione dei treni è sospesa tra le stazioni di Viareggio e Massa, sulla linea Pisa-La Spezia, tra Prato e Pistoia, lungo la linea Viareggio-Pistoia-Firenze e tra Decimo Pescaglia e San Pietro, lungo la linea Lucca-Piazza al Serchio. Disagi anche sulla Genova-Ventimiglia, tra Imperia Oneglia e Imperia Porto Maurizio, per la caduta di un albero che ha danneggiato un tratto della linea elettrica di alimentazione dei treni. Difficoltà si registrano lungo la linea ferroviaria Tirrenica e altre linee minori di Toscana e Liguria. Disagi anche sulla Genova-Ventimiglia, tra Imperia Oneglia e Imperia Porto Maurizio, per la caduta di un albero che ha danneggiato un tratto della linea elettrica di alimentazione dei treni.