Home Sociale Cif benevento il centro antiviolenza sempre più vicino alle donne

Cif benevento il centro antiviolenza sempre più vicino alle donne

Il CIF (Centro Italiano Femminile) Comunale di Benevento, che dirige e gestisce il Centro Antiviolenza “Mai più violenza”, in forza della Comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri prot. DPO 0004031 P-4. 25 del 04.05.2015, è stato inserito nella mappatura del numero di pubblica utilità 1522.
Il 1522 è il numero di pubblica utilità, promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità, che offre un servizio di accoglienza telefonica multilingue e attivo 24h/24 per 365 giorni l’anno rivolto alle vittime di ogni forma di violenza. E’ un servizio che ha come scopo quello di estendere e rafforzare questa capacità di accoglienza e sostegno nei confronti delle vittime di violenza di genere e stalking.
Dal 2006 il Dipartimento per le Pari Opportunità ha sviluppato, mediante l’attivazione del numero di pubblica utilità 1522, un’ampia azione di sistema per l’emersione e il contrasto del fenomeno della violenza intra ed extra familiare a danno delle donne. Nato e pensato come servizio pubblico nell’intento esclusivo di fornire ascolto e sostegno alle donne vittime di violenza, ha nel 2009, con l’entrata in vigore della L.38/2009 in tema di atti persecutori, iniziato un’azione di sostegno anche nei confronti delle vittime di stalking. Il numero è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un’accoglienza disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale. Lo stile relazionale e comunicativo intrattenuto con le vittime che si rivolgono al 1522 rientra sempre in un quadro di accoglienza partecipata e competente. Il servizio mediante l’approccio telefonico sostiene l’emersione della domanda di aiuto, consentendo un avvicinamento graduale ai servizi da parte delle vittime con l’assoluta garanzia dell’anonimato. Dal 2010, i casi di violenza che rivestono carattere di emergenza vengono accolti con una specifica procedura tecnico-operativa condivisa con le forze dell’ordine.

Il servizio telefonico 1522 rappresenta lo snodo operativo delle attività di contrasto alla violenza di genere e stalking. Ponendosi alla base della metodologia del lavoro “di rete”, assume il ruolo di strumento tecnico operativo di supporto alle azioni realizzate dalle reti antiviolenza locali, chiamate a contrastare il fenomeno della violenza di genere, garantendone, al contempo, i necessari raccordi tra le Amministrazioni Centrali competenti nel campo giudiziario, sociale, sanitario, della sicurezza e dell’ordine pubblico.
Per Benevento e provincia tutte le donne che subiscono violenza potranno chiamare il numero verde 1522, e troveranno le operatrici del CIF Comunale di Benevento pronte ad offrire la loro consulenza legale, sociale e psicologica. Il numero verde ministeriale Antiviolenza 1522 – con il quale il CIF Comunale di Benevento opera sia a Benevento sia nell’Ambito A5, in forza dell’Accordo di Partenariato sottoscritto con le associazioni IRPINIA INSIEME e IL FARO, impegnate nel contrasto della violenza di genere, con sede legale ed operativa nei comuni di Atripalda e Montoro – è stato pensato come strumento per favorire la comunicazione verso l’esterno, la società civile, delle violenze che si consumano a danno delle donne nell’ambito della famiglia, per favorire, attraverso in primo luogo l’ascolto, l’accesso ad un sistema di tutela, che, dal punto di vista giuridico, richiede un atto di parte, quale la denuncia – querela, che molto spesso manca o da sola, per la complessità e la lentezza dei meccanismi giuridici, sia civili sia penali, risulta essere inadeguata ed insufficiente. Il femminicidio, l’uccisione di una donna in quanto donna, è solo l’atto finale e drammatico di una escalation che dalla violenza psicologica e verbale arriva fino alla violenza fisica e alla sottrazione della vita. Se lo scenario di questa violenza è la famiglia, in quella che è la tragedia della sua dissoluzione, le vittime silenziose sono i figli, che assistono molto spesso impotenti a scene di terrore ed orrore, che si consumano in una sfera privata, in cui lo Stato e le istituzioni, molto spesso, arrivano con notevole difficoltà.
Il CIF Comunale di Benevento, operando attraverso il numero verde 1522, vuole prevenire la violenza di genere fuori e dentro le mura domestiche.

Romina Amicolo